Anna Maria Zoppi nel Castello Caetani di Fondi ha presentato il suo libro Non ne sapevo niente

Comunicato stampa
La sala del Castello Caetani di Fondi gremita di visitatori e rappresentanze. Entusiasmo e professionalità in una presentazione che è risultata essere un evento artistico globale, ove scrittura, pittura e fotografia hanno rappresentato una sfida: condividere valori morali e umani per riuscire a raccontarsi nella propria autobiografia interna, per ritrovarsi e riscoprirsi con un bagaglio che consenta di viaggiare la vita in profondità e cogliere inusuali sfumature.

L’entusiasmo e la passione della relatrice e presentatrice, Roberta Recchia, hanno condotto gli ascoltatori tra i pensieri e le riflessioni di Anna Maria Zoppi, illustrando realtà anche dal forte impatto sociale. Docente, MusicArTerapeuta nella GdL, autrice di pubblicazioni e articoli, ha esordito con l’auspicio di promozione di cultura, motivazione e creatività, che possano fortificare ambienti favorevoli allo sviluppo della crescita emozionale e professionale anche per le nuove generazioni, nella promulgazione di quell’arte che, da sempre, è comunicazione ed espressione, preziosa compagna che sa guardare intorno e dentro ciascuno, con animo sensibile.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

La lettura di alcuni passi cardini del libro Non ne sapevo niente ha tenuto alta l’attenzione empatica dei presenti, in quella forza della fragilità che permette di far fronte a momenti difficili con grandi strategie di resilienza. L’intervento di Pino Pecchia, cultore di arte e storia patria, che svolge intense attività con contributi bibliografici, letterari, pubblicazioni e riconoscimenti, ha aperto le porte al ricordo di Zigrino, docente di storia dell’arte, critico, giornalista, parte attiva nell’arte di Fondi, nella quale si era trasferito dalla sua Puglia, e con il quale Anna Maria Zoppi ha condiviso anni intensi, ricchi di arte, di sentimenti genuini e di insegnamenti di vita.

I colori, le tele e i pennelli, che hanno ornato la sala della presentazione e che sono ampiamenti descritti nel libro, restano custodi di preziose sfumature di “una storia che non si dimentica, dalla quale non si fugge ma nella quale s’impara a restare”, per riempirla di vita vera.

L’evento si colloca all’interno del ricco programma della Biennale Internazionale d’Arte di Fondi, che proseguirà fino al 29 agosto 2021 con esposizioni, convegni, presentazioni e laboratori, esaltando la diversità di tracce, in una dimensione umana e sentita, portavoce di un modo globale di concepire l’arte, che resta in sé, la forma più alta di speranza, di ricerca e condivisione autentica.
Fondi (LT) – 27 luglio 2021

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: