Cancello Arnone. Comune, troppi problemi irrisolti: Di Pasquale invoca un assise per discuterne

This image has been resized with Reshade. To find out more visit reshade.com

Francesco Di Pasquale, ex sindaco, responsabile locale di F.D.I., chiede con diverse note, la convocazione del Consiglio Comunale, vista l’importanza delle tematiche, quali l’ordine pubblico- rispetto delle regole del vivere civile, l’ambiente- roghi, rifiuti abbandonati lungo gli argini, tasse- cartelle di pagamento in arrivo.

Per il problema delle cartelle, Di Pasquale ha interessato il partito di F.D.I., ed in particolare ha telefonato al consigliere regionale, dottor Alfonso Piscitelli, che ha dato come sempre la propria disponibilità.

Di Pasquale ha chiesto non solo che le cartelle siano notificate dopo il 31 agosto, come da decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, ma che il tutto siano rinviato all’inizio dell’anno nuovo, visto la situazione critica in cui versano i cittadini, visto anche le somme elevate.

In data 21.07.2021 il consigliere regionale, dottor Alfonso Piscitelli, ha fatto sapere:

Esiste per legge la sospensione delle cartelle sino al 31 agosto.

I pagamenti vanno fatti a fine settembre, salvo proroga, quasi certa, che il tutto sarà rinviato per legge a fine anno, ed in questo caso, con 10 rate.

Di Pasquale fa appello al Consiglio Comunale, espressione dei cittadini, perché in seduta pubblica affronti insieme ai cittadini queste problematiche, per dare un segnale di collaborazione, giustizia, tranquillità.

Comunque continua l’impegno.

Queste in sintesi le note.

A-Lettera aperta ai cittadini di Cancello ed Arnone.

Spett. Amministrazione Comunale di Cancello ed Arnone.

Spett. Consiglio Comunale di Cancello ed Arnone.

P.c. Spett. Polizia Municipale di Cancello ed Arnone.

P.c. Prefettura di Caserta.

P.c. Spett. Movimento Politico di F.D.I., Roma- Caserta.

Oggetto: Sollecito intervento per il rispetto delle leggi del senso civico-centro del paese, di CANCELLO ED ARNONE.

Con la presente, facendo seguito alle numerose e continue segnalazioni, intese al rispetto delle leggi, specie in via L. Settembrini, di Cancello ed Arnone, fa ancora richiesta di interventi istituzionali, atti a garantire la tranquillità, la vivibilità, il rispetto delle persone, perché, come detto, si è completamente smarrito il senso del vivere civile, ovvero del rispetto delle leggi- regole in genere, con gravi problemi per i residenti, per i cittadini, per l’immagine del paese, anche per i cattivi esempi di illegalità che vengono trasmessi ai giovani in particolare.

Adesso, con le nuove disposizioni, dopo le restrizioni per il covid-19, la questione diventa abbastanza seria.

Alla luce di quanto esposto già, di quanto ancora qui espone, chiede che si affronti con urgenza in sede istituzionale, anche in sede di Consiglio Comunale, in seduta aperta ai cittadini, ovvero in pubblica piazza, le problematiche più evidenti- forti, iniziando proprio da questa problematica- tragedia.

E’ questo un dovere istituzionale della società, di tutti, che insieme ed in collaborazione, si dovrà subito affrontare.

Il sottoscritto, il partito di F.D.I. sono a disposizione per queste grosse problematiche, per tutte le questioni della nostra comunità.

E come già fatto da sempre presente, chiede- propone le seguenti soluzioni.

Per primo va fatta un ordinanza per tutto il paese per il rispetto delle norme- leggi per il rispetto del senso civico:

-Controllo per quanto concerne la somministrazione delle bevande- in particolare le bevande alcoliche, ovvero divieto di somministrazione di bevande alcoliche ai minorenni.

-Divieto di usare spazi diversi da quelli assegnati ai locali, con divieto assoluto di consumare bevande nelle vicinanze di abitazioni private, su marciapiedi e strade pubbliche, riservati ai cittadini-pedoni ed automobilisti, per evitare pericolo ai pedoni ed intralcio al traffico dei veicoli.

Queste cose vanno sanzionate.

Si deve iniziare a punire, diffidare, allontanare dalla zona- dal paese coloro che trasgrediscono le nostre regole, come avviene in altre parti, come è previsto dalle nostre leggi in tema di sicurezza pubblica.

Dopo l’ordinanza va organizzato il giusto e dovuto e continuo controllo per il rispetto di quanto reso pubblico.

E’ necessario per alcuni mesi un controllo sul posto, insegnando il rispetto delle leggi, per ritornare alla normalità.

E sino a che non si ritorna alla normalità, la zona va tenuta sotto continuo controllo.

Contemporaneamente, come fatto presente, il Comune deve organizzare una serie di iniziative per insegnare, in particolare ai giovani, i valori, il senso della vita, il senso della vita insieme nel rispetto delle nostre leggi.

Va fatto un apposito Regolamento dove vanno contemplate le regole- le sanzioni per quanti vengono meno al rispetto dovuto.

Le telecamere posizionate nel paese vanno continuamente controllate, specie di sera e in determinati giorni-orari, per dare degli esempi di legalità.

Oltre quanto esposto ora, già citato altre volte, vanno messe nell’ordinanza:

-Il divieto di transitare sui marciapiedi con biciclette e motorini e motociclette.

In particolare, visto la pericolosità, in quanto veicoli elettrici, di vietare il transito dei monopattini e dei motorini elettrici.

Il transito delle biciclette, motorini, monopattini, motociclette, è un rischio continuo per i residenti, che improvvisamente, quando escono da casa, corrono il rischio di essere investiti.

-Divieto di occupare marciapiedi e strade e passi carrabili, con problemi per i pedoni, per i cittadini in genere.

Inoltre, vanno fatte rispettare le regole per quanto concerne il passeggio dei cani per il paese, visto, che, salvo eccezione, le regole non vanno rispettate.

(Francesco Di Pasquale – Comunicato Stampa)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: