Editoria, pandemia ed economia, La7: l’editore vorrebbe ‘ripartire’ con la RAI i fondi del ‘canone’

Cairo chiede fondi pubblici alle tv per sostenere La7Un altro che privatizza gli utili e socializza le perdite?

 Cairo chiede fondi pubblici per sostenere La7, cioè le politiche di sinistra?

Crisi per la pandemia

Un sostegno al settore televisivo colpito dalla recessione innescata dalla pandemia, anche attraverso la ripartizione di quote del canone Rai.Lo ha chiesto il patron di La7 ed editore del Corriere della Sera, Urbano Cairo, in un’intervista all’Ansa:

È stato un anno e mezzo molto duro e così come hanno avuto ristori altri settori, sarebbe giusto che avessimo anche noi un sostegno.

Il cinema ha il tax credit al 40%, non vedo perché non ci debba essere la stessa attenzione per le produzioni televisive”.

Secondo Cairo “La7 è indiscutibile che faccia servizio pubblico.

Durante la pandemia non solo non abbiamo chiuso alcun programma ma abbiamo aumentato il tempo dedicato all’informazione.

Credo che sarebbe giusto tenerlo in considerazione e dare anche a noi una piccola quota di un canone che è comunque molto ricco.

Un settore importante come quello televisivo, con molti occupati, che ha un importante impatto sull’economia anche attraverso la comunicazione che le aziende fanno in TV –ha concluso l’editore- meriterebbe maggiore attenzione”.

di RQuotidiano | 24 GIUGNO 2021 (Fonti: Il Fatto Quotidiano- Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: