Caserta. Presentato all’ateneo ‘Vanvitelli’ il nuovo romanzo del senatore Nencini

Presso il Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’Università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli si è svolto un incontro con il Senatore della Repubblica Italiana Riccardo Nencini per la presentazione del suo ultimo romanzo, Solo.

Il convegno ha visto la partecipazione di un pubblico misto: studenti e professori erano presenti in aula, con il dovuto rispetto delle norme anti Covid19 e da remoto, connessi alla piattaforma Microsoft Teams.

A presentare l’autore è stato il professore di storia Giulio Sodano, coordinatore del Dipartimento: “Riccardo è un vecchio amico del nostro Dipartimento. Già l’anno scorso abbiamo presentato il suo libro “Oltre l’apocalisse”, intimamente legato all’emergenza pandemica che viviamo ancora oggi. Solo è un romanzo dal grande valore storico, ricostruisce la vita di Giacomo Matteotti e tutte le sue vicende fino al tragico momento della morte”.

Prende, poi, la parola Nadia Verdile, storica, docente e giornalista: “Il titolo del romanzo è già emblematico. Solo descrive una sensazione, una situazione, uno stato d’animo, quello di Matteotti”.

Anche la professoressa Simona Colarizzi insiste sul concetto di solo e lo lega, straordinariamente, all’eroe della tragedia greca, affermando:” Ho letto il romanzo per intero e l’ho trovato meraviglioso. C’è qualcosa in più tra queste pagine: Nencini ha saputo costruire un coro attorno ai suoi personaggi, un coro da Tragedia greca”.

“Matteotti ha pagato il prezzo di restare da solo perchè ha avuto il coraggio di andare controcorrente. Ha insegnato agli italiani che, a volte, è necessario anche urlare da soli per ricostruire il nostro vivere civile” (Giovanni Cerchia).

” Perchè ha dedicato due anni di ricerca a Matteotti?” chiede Nadia Verdile.

“Il libro ha due madri- dice Nencini- una è mia nonna che mi raccontava che all’epoca buscava da fascisti e comunisti. E questo mi ha portato a scavare in quella storia che non si racconta. Ho fatto 20 esami di storia contemporanea e quello che ho studiato è risultato quasi sempre diverso da quello che ricercavo e leggevo ”.

“Oggi, ad essere solo, in quest situazione che vive l’Italia del 2021, è lei stesso”? domanda il professore Federico Paolini.

“Quando hai chiaro che il 20% degli italiani- continua Nencini- ” dichiara che il ventennio fascista è stato il ventennio migliore, che il 15% pensa che era normale l’uso della violenza, allora ti preoccupi. Oggi s’inneggia alla politica dell’unico e solo capo. E io questo, in aula, l’ho condannato. L’ho denunciato”.

Solo è un romanzo storico che racconta di un eroe, Giacomo Matteotti, della sua vita politica, della sua lotta contro il Fascismo. Matteotti aveva tanto in mano per “sputtanare” – come dice Nencini- il Duce.

E ha avuto la tenacia, la determinazione e il coraggio per farlo. Una vita in cui rifiutava ogni compresso, accanto ad una donna, la sua Velia, che in una lettere conclude: ” Ricorda che non ti è concessa nessuna viltà. Dovesse costarti la vita”.

E cosi quella vita l’ha data, per tutti, per gli italiani.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: