Il Covid il nemico nelle nuove forme di guerra

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!

LA GUERRA NELLA GUERRA: tragedie che arricchiscono il crimine.
Il comunicato dell’on. Del Monaco

La guerra è guerra, sempre. E il nemico, che sia visibile oppure no, resta un nemico, e come tale va affrontato, combattuto, annientato.

Un tempo ci furono le trincee, i soldati, le mine…e di nuovo, circa vent’anni dopo.
Le guerre mondiali hanno fatto strage di vite, di giovanissimi mandati al macello come bestie inconsapevoli. Nessuno immaginava tanto e nessuno immaginava quanto.

Poi ci furono le carestie, le epidemie…e si è lottato, fino allo stremo.
Ecco. La guerra è guerra, sempre. Seppure si sopravvive, seppure si crede di vivere come un tempo.

Oggi il nemico invisibile che affrontiamo e tentiamo da mesi e mesi di sconfiggere è piccolo, minuscolo, microscopico…ma i danni che causa hanno a che fare col più alto dei rischi: la perdita della vita. Improvvisamente.
È ovunque nel mondo, e ogni Paese combatte la propria battaglia…ma la guerra è una soltanto. Il nemico è lo stesso per tutti, ma non tutti hanno le stesse armi. Non a tutti sarà ridato ciò che è ormai perduto: amico, parente, lavoro…vita.

Il Covid ha ucciso e forse continuerà a mietere vittime, nascosto tra noi, nell’aria…in quella stessa aria che poi ti toglie fino a soffocarti. Come un cappio che stringe poco per volta, una morsa lenta e dolorosa…
È fame d’aria, è mancanza di ossigeno.

Quest’ultima espressione è spesso usata anche per indicare la condizione di chi è alle strette, di chi ha bisogno di aiuto economico, di denaro immediato per andare avanti.
È successo, succede e, purtroppo, ancora succederà.

Quando una tragedia colpisce un Paese o una popolazione, che sia guerra, che sia carestia, epidemia o calamità naturale, arriva qualcuno (o meglio, qualcosa) in soccorso. Una sorta di ancora di salvezza…un miracolo, in apparenza.
Non è un’ancora, ma una zavorra.
Non è un miracolo, ma un incubo.
Non è il bene, ma il male. Il demonio.

La guerra non arricchisce i perdenti, neppure i vincitori: la guerra, ogni guerra, arricchisce i vili, i subdoli, gli arrivisti, gli incoscienti, gli immorali…i criminali.
Arrivano, uniti nella loro grande “famiglia”, gettando amo e reti; invadono campi seminando futuri loschi raccolti; dettano legge, allungano mani (tentacoli) come seppie giganti, strisciano velenosi tra altri vermi nascosti nelle viscere della terra.
Criminale è il loro modo di pensare ed agire.

La guerra è guerra sempre, e conta i suoi morti…mai pochi.
La Mafia è anch’essa guerra: conta i suoi morti perché diventino oro e ricchezza.
La Mafia uccide, e più della guerra…perché non ammette errori e non conosce altri vincitori, se non se stessa.

Centro Acustico 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: