Proteste dei genitori per la gestione del focolaio al Convitto

Maddaloni. La Campania arancione che viaggia spedita verso il giallo, si trova in una situazione da profondo rosso per quanto riguarda le scuole.
In queste settimane infatti, quasi tutti gli istituti comprensivi sono stati interessati, come era prevedibile, da casi di contagi, con conseguenti quarantene di classi, sanificazioni, chiusure a singhiozzi, DAD e via discorrendo, per garantire la didattica nonostante tutto. Nei giorni scorsi molto scalpore ha fatto il caso San Domenico – scuola dell’infanzia, laddove, una maestra non vaccinata, pare avrebbe generato un focolaio. Focolaio che ha portato contagi anche in altre scuole cittadine, frequentate dai fratellini di questi bimbi, e che finora era rimasti immuni.
Stamattina invece fa notizia il Convitto Nazionale “Giordano Bruno” dove, un nuovo caso, che riguarda un’alunna della classe V della scuola Primaria, ha generato giustamente la quarantena per tutta la classe comprese 4 docenti.E fin qui tutto normale. I genitori delle altre 2 classi quinte però, considerando che le classi condividono 4 su 6 maestre che lavorano nelle quinte, e che l’alunna contagiata ha anche mangiato a scuola essendo in regime di semiconvitto, avevano chiesto al rettore la DAD per tutte le quinte. Richiesta non accolta. Ci dicono che il rettore ha scelto di non ricevere i genitori, neanche in streaming. E allora stamattina è scattata la protesta. Gli alunni delle quinte sono tutti assenti. Queste le notizie al momento, che approfondiremo se ci saranno sviluppi.
Intanto ieri l’ASL ha chiuso anche una scuola dell’infanzia paritaria: un piccolo alunno di soli 3 anni è risultato positivo al covid.
In città i contagi, dopo una lieve flessione di questi ultimi giorni, tornano a salire sfiorando, ieri, di nuovo, quota 400.
Riaprire le scuole è stato un bene? La zona gialla con le minori restrizioni farà crescere di nuovo i contagi nonostante si stia procedendo con i vaccini? Quale è il giusto punto di equilibrio?
Ognuno di noi ha una sua idea di come andrebbe gestita questa situazione, e tutti parlano ed espongono idee giuste ma forse non sempre praticabili.
Un dato forse è certo: si è abbassata la guardia, non c’è più rigore nel distanziamento e nel rispetto delle regole. Questo contribuisce, non poco, a ricadere nella spirale dei contagi a catena.
La pandemia non è finita: mascherine, igienizzazione delle mani e distanziamento sono ancora le prime armi, insieme al vaccino, per chi la fortuna di farlo già, per combattere questa guerra.

Unipegaso Maddaloni 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: