Dall’agenzia giornalistica nazionale AGI sempre notizie fresche e di prima mano

Agenzia Giornalistica ItaliaAgi PRIMA

LE NOTIZIE DI SABATO 10 APRILE (ORE 19:00)
IN LIEVE CALO IL NUMERO DEI NUOVI CASI DI COVID IN ITALIA, SI ALLENTA LA PRESSIONE SUGLI OSPEDALI
IN LIEVE CALO IL NUMERO DEI NUOVI CASI DI COVID IN ITALIA, SI ALLENTA LA PRESSIONE SUGLI OSPEDALI

Sono 17.567 i contagi delle ultime 24, con meno tamponi e tasso di positività al 5,47%. Ancora elevato il numero dei morti: 344

Per approfondire
SOMMINISTRATE OLTRE 12,5 MILIONI DI DOSI DI VACCINO. IL 68,20% DEGLI OVER 80 HA AVUTO ALMENO LA PRIMA
SOMMINISTRATE OLTRE 12,5 MILIONI DI DOSI DI VACCINO. IL 68,20% DEGLI OVER 80 HA AVUTO ALMENO LA PRIMA

Secondo il report settimanale della presidenza del Consiglio dei ministri sono 2.008.057 le dosi di vaccino somministrate nell’ultima settimana in Italia, per un totale di 12.509.898 dosi, i punti vaccinali sono aumentati di 108 unità negli ultimi sette giorni

Per approfondire
LA GRAN BRETAGNA SALUTA IL PRINCIPE FILIPPO. LA REGINA: "È STATO LA MIA FORZA", HARRY PREPARA IL RIENTRO SENZA MEGHAN
LA GRAN BRETAGNA SALUTA IL PRINCIPE FILIPPO. LA REGINA: “È STATO LA MIA FORZA”, HARRY PREPARA IL RIENTRO SENZA MEGHAN

Si sa poco dei funerali: i dettagli non sono stati ancora annunciati ma già si fanno i conti su chi potrà essere presente, non più di una trentina di persone, ovvero i famigliari stretti per via delle misure sanitarie anti-Covid. L’evento potrebbe rappresentare un modo per riavvicinare il principe Harry

Per approfondire
IL  GOVERNO AL LAVORO PER RIAPRIRE AD APRILE, DA LUNEDÌ IN CLASSE 6,6 MILIONI DI STUDENTI
IL  GOVERNO AL LAVORO PER RIAPRIRE AD APRILE, DA LUNEDÌ IN CLASSE 6,6 MILIONI DI STUDENTI

Italia quasi tutta arancione. Lasciano il rosso Toscana, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Piemonte (ma Torino sarà arancione da lunedì, Cuneo da mercoledì). La Sardegna in rosso. Tutta la provincia di Palermo ad alto rischio

Per approfondire
EMILIO FEDE RICOVERATO AL SAN RAFFAELE IN CONDIZIONI CRITICHE
EMILIO FEDE RICOVERATO AL SAN RAFFAELE IN CONDIZIONI CRITICHE

L’ex direttore del Tg4 è prossimo a compiere 90 anni.

Per approfondire
CONFINDUSTRIA: "PER L'ITALIA RISALITA INCERTA, IL GAP DELLA PANDEMIA SI CHIUDERÀ SOLO NEL 2022, UN ANNO DOPO LA GERMANIA"
CONFINDUSTRIA: “PER L’ITALIA RISALITA INCERTA, IL GAP DELLA PANDEMIA SI CHIUDERÀ SOLO NEL 2022, UN ANNO DOPO LA GERMANIA”

Il presidente Bonomi presenta il rapporto di primavera del centro studi: con vaccini e Recovery il Pil salirà del 4,1% nel 2021 e del 4,2% 2022. Ma ci saranno 389 mila occupati in meno nel 2021. Il turismo il settore più colpito: serve cooperazione pubblico-privato

Per approfondire
TRENTA ANNI DALLA STRAGE DELLA MOBY PRINCE. MATTARELLA: ​"INDEROGABILE IMPEGNO A FARE PIENA LUCE"
TRENTA ANNI DALLA STRAGE DELLA MOBY PRINCE. MATTARELLA: ​”INDEROGABILE IMPEGNO A FARE PIENA LUCE”

Lo scontro tra il traghetto e una petroliera provocò 140 vittime. Verso una nuova commissione parlamentare di inchiesta

Per approfondire
QUANTI SONO GLI ITALIANI IN ATTESA DI UN TRAPIANTO D'ORGANO
QUANTI SONO GLI ITALIANI IN ATTESA DI UN TRAPIANTO D’ORGANO

Sono più di 8 mila, più uomini che donne, mediamente giovani (solo un terzo ha più di 60 anni) e costretti a un’attesa che può superare i due anni

Per approfondire
L'IRLANDA IMPONE LA QUARANTENA A CHI ARRIVA DALL'ITALIA
L’IRLANDA IMPONE LA QUARANTENA A CHI ARRIVA DALL’ITALIA

Dublino ha allungato della lista dei Paesi di provenienza per i quali chi arriva deve rimanere in isolamento in albergo. Per ora le stanze disponibili sono 650 ma dovrebbero superare le 1.100 entro fine aprile

Per approfondire
LA STRAGE DEI CANI UCCISI A FUCILATE IN PAKISTAN
LA STRAGE DEI CANI UCCISI A FUCILATE IN PAKISTAN

L’Oipa International scrive al Primo Ministro pachistano: “Fermate questo abbattimento di massa. Esistono metodi incruenti, etici, per contenere il numero dei randagi e la diffusione di malattie”

Per approfondire
Sulle strade italiane ogni due giorni muore un ciclista

AGI – Strage di ciclisti sulle strade italiane. Nei primi tre mesi del 2021 ne sono morti 44, uno ogni due giorni, mai cosi tanti negli ultimi anni e nonostante le limitazioni agli spostamenti imposte dal Covid. Ad aggiornare i dati è lo speciale “Osservatorio ciclisti” dell’Associazione sostenitori e amici polizia stradale. Dopo i 14 decessi di gennaio e i 17 di febbraio, dal 1° al 31 marzo sono rimasti vittime di incidenti 13 ciclisti, 11 uomini e 2 donne, 11 italiani e 2 stranieri. Nei primi tre mesi del 2019 erano morti 37 ciclisti (in totale in quell’anno ci furono 253 morti tra gli utenti delle due ruote), 33 nei primi tre mesi del 2018 (totale dell’anno 219); mancano i dati del 2020 al momento non ancora comunicati da parte di ACI-Istat.  “L’emergenza Covid e l’introduzione delle limitazioni alla mobilità – premette Giordano Biserni, presidente dell’Asaps – non hanno avuto particolare effetti sui ciclisti, e anche per questa utenza debole permangono gravissimi comportamenti come quello della pirateria stradale”. Da inizio anno sono ben 6 gli episodi con fuga degli autori del sinistro e con le vittime lasciate sul posto: ogni sette sinistri mortali con il coinvolgimento di ciclisti, l’autore fugge almeno in un caso. Nel solo mese di marzo sono ben 35 i  ciclisti ricoverati in codice rosso in prognosi riservata presso gli ospedali di zona, in aumento rispetto ai 29 del mese precedente, in un momento storico in cui le terapie intensive sono già sotto pressione per il Covid-19. Nessuno dei conducenti al momento del sinistro è risultato alterato alla guida, ma spesso solo i successivi accertamenti medico-legali presso gli ospedali possono dare conferme. Tre sono state le cadute autonome, mentre una delle vittime stava conducendo una bici elettrica. Analizzando le regioni dove sono avvenuti gli incidenti mortali nel primo trimestre dell’anno, si registra che in Emilia Romagna sono avvenuti ben 11 sinistri mortali (il 25% del totale); a seguire la Lombardia con 6 decessi, il Piemonte con 5, la Puglia con 4, la Campania, il Lazio, l’Abruzzo e la Sicilia con 3. I veicoli investitori di ciclisti nel primo trimestre sono 29 auto, 9 autocarri ed un motociclo. Sui 44 ciclisti morti tra gennaio e marzo 2021 gli ultra60enni sono stati 21, quasi il 50%, a conferma che le persone più anziane sono quelle più a rischio anche sulle due ruote come per i pedoni. Due i minorenni deceduti, il più piccolo aveva solo 14 anni. Un terzo minorenne è morto il 2 aprile scorso. “Un ciclista morto ogni due giorni, con le restrizioni alla mobilità è un dato molto preoccupante – sottolinea Biserni – un aumento del 19% rispetto al 2019, ultimo anno di vera libertà di movimento, deve far scattare un campanello d’allarme a livello generale. Che cosa accadrà nei mesi estivi, quando (si spera) saremo più liberi di circolare, quando torneremo a vivere momenti di spensieratezza, se oggi nei mesi più freddi piangiamo già 44 morti? Le norme che dovrebbero tutelare maggiormente i ciclisti ci sono, ma, forse è proprio la cultura di ogni utente della strada (automobilista e ciclista) che deve cambiare prima che si sia troppo tardi”.

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)