IL PREMIER DRAGHI E’ FIDUCIOSO SULLA CAMPAGNA VACCINALE

Il Presidente del nostro attuale consiglio dei ministri, Mario Draghi nella conferenza stampa a Palazzo Chigi ha fatto delle considerazioni sulla campagna vaccinale, dichiarandosi molto fiducioso sul buon esito della vasta operazione su tutto il nostro territorio nazionale. Queste le sue dichiarazioni “Io sono molto ottimista sull’andamento del programma vaccinale e sul clima di cooperazione tra Regioni e Stato. Il generale Figliuolo è molto attivo. Sono complessivamente rassicurato dagli sviluppi. Ci sono molte diversità tra Regioni e anche questo influenzerà le riaperture”.

Il presidente del Consiglio ha anche detto: “Non si possono addossare le responsabilità da una parte sola nel dialogo complesso tra Stato e Regioni. Ora è chiaro che vaccinare le persone più esposte a rischio è dovere e interesse delle Regioni, perché potranno riaprire prima in sicurezza. Ci sarà una direttiva del generale Figliuolo, ma credo di essere già stato molto chiaro su questo obiettivo. Il generale Figliuolo mi ha ribadito che l’obiettivo resta quello delle 500 mila vaccinazioni quotidiane“.

Parlando ancora di responsabilità, Draghi ha definito “leggera” la campagna contrattuale per le dosi di vaccini, aggiungendo altresì: “Dovremo continuare a vaccinarci negli anni a venire e ci saranno nuove gare, ma vi assicuro che i contratti saranno fatti meglio. Ci sono state anche delle defaillance da parte delle aziende, come Astrazeneca”.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Sempre sul caso Astrazeneca, il premier ha affermato: “Il crollo di fiducia in Astrazeneca si vede meno di quanto ci si potesse aspettare. Noi continuiamo a dare un messaggio rassicurante, con grande serietà, partecipazione e comprensione. Io mi sono vaccinato con mia moglie.

Mario Draghi ha fatto un accenno allo Sputnik, ecco quanto ha aggiunto “Sappiamo che le capacità produttive sono molto limitate. Se le consegne saranno rispettate, l’Italia ha tutti i vaccini che servono per quest’anno. Bisogna poi vedere se lo Sputnik si presta a essere adattato alle varianti. La scelta è complessa, ma non c’è una proibizione”.

Nel corso della conferenza stampa, poi  il premier ha risposto anche a una domanda sulla digitalizzazione dell’Italia: “L’anno che ci ha preceduto è un anno di depressione. La digitalizzazione sarebbe stata l’unica via d’uscita. Non avere  a disposizione i meccanismi di base per farlo è una fonte di grande frustrazione”.

Infine si è schierato in difesa del ministro della Salute a cinque stelle, Roberto Speranza, concludendo con un messaggio un po’ inaspettato a Matteo Salvini ministro che apprezza molto a suo dire ecco infatti cosa ha detto su entrambi: “A Salvini ho detto che ho voluto io il ministro Speranza e che ho molta stima di lui”.

Unipegaso Maddaloni 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: