Caiazzo. Accento sulla ‘A’ per ‘fregati’: supermercato chiuso, ma agli operai nessuno ci pensa?

decò promo al 05-04-2021-615x186 Caiazzo. Scendi in campo l’ex sindaco Pio Del Gaudio a sulla chiusura del Maxistore Decò.-media-1

Per comunicarvi che, al contrario di quanto da voi pubblicato o forse proprio per questo, stamattina alla riapertura tutto è stato impedito dalla presenza di Vigili e Carabinieri.

Non bastava la Polizia Municipale, ci volevano anche i Carabinieri per impedire la normale riapertura del supermercato, logicamente pieno zeppo di generi, soprattutto deperibili perché destinati al consumo per Pasqua.

Proprio adesso lo dovevano chiudere, per giunta con la pubblicità già fatta fino al prossimo 5 aprile?

Almeno fra tre o quattro giorni che sarebbe cambiato? Mi domando se è giusto e se per caso qualcuno ha pensato al futuro di noi dipendenti che solo di quello campiamo. E il Sindaco che ha fatto?

Prima delle votazioni ci fecero vedere la Luna nel Pozzo, andarono in TV e ci portarono anche un “Onorevole”, che promise di andare dal Prefetto e risolvere subito tutto, ma poi, arraffati i voti, forse lo dovremmo cercare a “Chi l’ha visto”?

Poi abbiamo dovuto fare pure noi la causa, che si è perduta, e adesso questi “protettori” che fine hanno fatto?

Eppure con l’Avvocato Marotta era andato tutto benissimo: perché allora cambiarlo? chi ce lo ha suggerito?

Cosa dobbiamo fare per mangiare adesso? Andare veramente a rubare? Scusate lo sfogo ma so che sono tutti disperati anche se si vocifera che ci vogliono portare a Telese, con altra società, ma chi ci va?

Perché tutto questo male? E le tanta assicurazioni, tutte quelle promesse fatte? 

Bel Venerdì Santo… ma ricordatevi che Dio non paga neanche il Sabato.

Tutti fregati insomma, con l’accento sulla “A”.

(Foto di repertorio – Lettera Aperta – Archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)