“Per ogni donna”, Riflessioni sulla legge Basaglia a cura di G.Amandola, L. Cacciaputi, L. Di Bello

Aversa– Salve a tutti i lettori di Belvederenews e della rubrica “Per ogni donna“, nata da un’idea di Speranza Anzia Cardillo (ed è gestita dal prof. Pasquale Vitale)

Dott.ssa Speranza Anzia Cardillo

La scorsa settimana abbiamo trattato il tema di donne ingiustamente internate ,ma l’argomento merita sicuramente un approfondimento e un inquadramento giuridico attraverso l’analisi  della legge Basaglia.

Introduzione della dottoressa Speranza Anzia Cardillo.

Prima della legge Basaglia, gli ospedali psichiatrici erano pieni di persone che non erano assolutamente affette da patologie psichiatriche. Spesso venivano rinchiuse in manicomio persone che non volevano seguire determinati schemi e che rappresentavano un problema per tante famiglie che non avevano i mezzi economici per potersi occupare di un membro della famiglia che si ribellava a determinate regole di vita. Spesso gli internamenti dipendevano da scelte di vita giudicate eccentriche o dagli orientamenti sessuali.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Anche le donne spesso venivano considerate deviate quando i loro comportamenti uscivano fuori dai canoni. Tutto ciò comportava uno stato di cose a dir poco raccapricciante: la maggior parte degli internati erano persone sane. Il ricovero era l’inizio di un vero calvario dal quale nessuno poteva tornare più come prima. Il soggetto internato, prima della legge Basaglia, era condannato all’emarginazione.
Con l’emanazione della legge, invece, che istituì la chiusura dei manicomi fu restituita dignità al malato di mente che non è più considerato un emarginato ,ma un soggetto accettato a tutti gli effetti in società . In più cambia il rapporto tra il malato e lo psicoterapeuta, perché si fonda sull’ascolto e sulla collaborazione finalizzate ad avviare un percorso di riabilitazione . Per avere un quadro più dettagliato della materia abbiamo chiesto l’intervento dell’Avvocato Giulio Amandola, Cassazionista nonché presidente dell’ Osservatorio Giuridico Italiano, del Dottor Luca Cacciapuoti, Sociologo e dell’Avvocato e Dottoressa in Psicologia, Lucia di Bello, anche autrice di pubblicazioni giuridiche in opere monografiche e collettanee per riviste e case editrici di rilievo nazionale. Relatrice in convegni su temi giuridici e sociali.

Le Video Interviste di Belvederenews a cura di Speranza Anzia Cardillo 

Video intervista Avv. G. Amandola

Video intervista Dott. L. Cacciapuoti

Video intervista Avv. e Psicologa L. Di Bello

Unipegaso Maddaloni 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: