Napoli. Capostazione morto sul lavoro: sgomento e denuncia del sindacato UGL

Il capostazione deceduto nel tragico incidente 

verificatosi venerdì 26 marzo nella stazione EAV della Circumvesuviana di Botteghelle, alla periferia orientale di Napoli -afferma Paolo Capone, Segretario Generale UGL- è l’ennesima ingiusta morte che registra il mondo del lavoro.

Da sempre portiamo avanti la campagna di sensibilizzazione ‘Lavorare per vivere’ a seguito di una strage silenziosa che attanaglia il mondo del lavoro”.

“Occorre rafforzare le azioni sulla prevenzione e sul contesto lavorativo nel nuovo Programma Operativo Regionale 2021-2027 -aggiunge il segretario regionale Maria Rosaria Pugliese (nella foto con Capone) – la sicurezza sui luoghi di lavoro e nella sua accezione più ampia a tutto il contesto lavorativo dove il lavoratore svolge le sue mansioni, deve  essere considerata un’azione trasversale  a tutti gli assi  dei programmi, così da garantire interventi mirati ed efficaci in grado di tutelare l’ intera  filiera lavorativa e i relativi addetti”.

(Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

 

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati