Cardarelli di Napoli, terapia intensiva al collasso

Napoli –  Continuano i vari ricoveri per quel che concerne il covid 19 , con le sue annesse varianti si parla sia della variante, inglese e quella brasiliana. In quello che è una situazione un po’ di caos generale anche per quel che concerne le varianti sia quella cd brasiliana che quella che riguarda la cd variante inglese.

L’ospedale partenopeo specializzato in malattie infettive sta cercando di  resistere a quella  che è la terza ondata covid che sta affollando le varie aule di degenza e non solo ospedaliere, nuovamente quasi tutti i posti letto, risultano essere occupati,  in particolare le degenze ordinarie, e un maggior affollamento, si registrano anche nei 50 posti di terapia sub intensiva, il pienone  rispetto alle ultime settimane.

Cerchiamo di capire quello che sta succedendo all’interno di quello che è il nosocomio partenopeo.

In terapia intensiva i circa 30 posti disponibili sono tuttavia praticamente  al completo. Anche all’Ospedale Cardarelli vi è stato un aumento dei pazienti, con affollamento di quella che è la terapia intensiva covid 19 dove a mezzogiorno erano liberi solo due posti sui 15 disponibili. Nell’intera struttura covid  sono ricoverati ben 131 pazienti Covid a media ed alta complessità, anche per la sussistenza di patologie pregresse che associate al Covid rendono più complessa la gestione di quelli che sono i vari pazienti che registrano una patologia comunque legata al coronavirus. Rispetto alla precedente fase, ora ad essere presa dal famigerato virus, risulta essere, la fascia dei 25-55 anni sembra essere maggiormente esposta. Forse per effetto delle varianti ma anche per effetto della vaccinazione che ha dato copertura ai degenti delle RSA e molti over 80. La tendostruttura in questo momento è ancora destinata ai vaccini, visto che mancano ancora circa 400 unità del personale (diretto e indiretto) da completare. È già stato però definito un documento della direzione generale che consente, se dovesse rendersi necessario, di rendere disponibile in pochi giorni la tendostruttura per decomprimere il pronto soccorso, anche se al momento questa esigenza non sussiste. L’afflusso di pronto soccorso (pazienti covid e non) è stabile sui 130 accessi giornalieri

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati