Aversa, Gli allievi del liceo classico “D.Cirillo” incontrano il prof. Renato Parascandolo

Prego attendere ♥ Please whait

Aversa-Il giorno 11 Febbraio 2021 gli alunni delle classi VE e VB del Liceo Classico e musicale “Domenico Cirillo” di Aversa (DS Luigi Izzo), guidati dai docenti di storia e filosofia Pasquale Vitale e Anna Romano e partecipanti al concorso “Rileggiamo l’articolo 34”, hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con il professore Renato Parascandolo, giornalista professionista, saggista, dirigente d’azienda. Già Direttore di RAI Educational, Assistente del Direttore generale della Rai, Consigliere di Amministrazione e Presidente di Rai Trade ha insegnato nelle seguenti università: Università di Siena, Facoltà di Lettere e Filosofia; Lumsa, Facoltà di Scienze della Formazione; Università Roma Tre, corso di laurea in Scienze della formazione; Università Federico II di Napoli, Facoltà di Sociologia; Università La Sapienza di Roma, Facoltà di Scienze della comunicazione.

Il 29 Gennaio gli alunni hanno partecipato al seminario avvenuto tramite piattaforma digitale organizzato dall’Associazione Articolo 21, ma considerata  l’esigenza di un ulteriore confronto con i relatori, hanno caldamente richiesto la possibilità di un nuovo incontro

Il professore Parascandolo ha dato la possibilità agli alunni di poter porre domande ed esporre i dubbi sorti dal primo incontro, partendo dalla spiegazione dell’articolo 21 e concentrandosi in particolare modo sulle caratteristiche  della scuola odierna. Da un lato il rapporto ha delineato il rapporto professore-studente, dall’altro l’attuale modo di  impostare le lezioni.

Sono seguite le domande degli alunni sui vari argomenti di discussione quali la differenza tra “scuola dell’insegnamento” e “scuola dell’apprendimento”;l’utilità dello studio di materie classiche come il greco e il latino; i limiti della DAD e come trarre vantaggi dall’apporto tecnologico in ambito scolastico; la questione del  voto scolastico; il ruolo della televisione di stato e il confronto con quella commerciale

Il discorso è stato poi ampliato attraverso una distinzione tra analfabetismo generale e quello funzionale.

Si è discusso sul fatto  che le cause di quest’ultimo abbiano caratteristiche di natura  socio-culturale: il basso livello di istruzione, la mancanza di esercizio mentale e il cattivo utilizzo della televisione (e dei social media) come unico strumento di informazione.

Il professore ha espresso la propria idea sull’universalità dell’insegnamento e dello studio, in contrasto all’attuale settorizzazione del percorso universitario attraverso una metafora che ha come oggetto le chiavi inglesi.

L’operaio che ha con sé delle chiavi inglesi di taglio specifico risulta limitato nel lavoro rispetto a chi  possiede una chiave regolabile, così ,allo stesso modo, lo studente deve saper essere versatile come una chiave regolabile.

Per ciò che concerne  il binomio insegnamento nozionistico-competenze ,il professore ha spiegato come la chiave di volta per un miglioramento del sistema educativo stia nell’evitare che la nozione sia sganciata da un orizzonte di senso.
Le nozioni non devono essere sterili e fini a se stesse, ma far da ponte per sviluppare le capacità di comprensione e attualizzazione.

Risulta quindi scontato sottolineare che la valutazione non deve essere posta come fine, come obiettivo del proprio studio, che deve essere mosso dalla volontà di ognuno di accrescere le proprie conoscenze.

“Dovete essere voi a farvi carico del cambiamento e per farlo dovete avere, nella cassetta degli attrezzi, chiavi inglesi regolabili”.
Con questo bellissimo augurio il professore ha salutato gli alunni desiderosi di poter ripetere questa esperienza di alta formazione e confronto.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: