Conca della Campania. Addio a Graziella Di Gasparro, donna che ‘fece luce’ sull’eccidio naziasta del padre

Covid 19

Dicono che Covid-19 sia un virus come tanti altri.

E si siedono attendendo che passi, portando via persone che “hanno fatto la storia”. Persone che hanno lottato con tenacia per far sì che le ingiustizie non si ripetessero.

Persone che hanno amato la vita al punto da farne una missione.

Una missione di testimonianza della verità.

Ecco perchè oggi emoziona tanto, la notizia che è morta Graziella Di Gasparro. Morta, a causa di Covid 19.

Una donna che della storia si è fatta portavoce.

Una storia fatta di dolore. A partire dalla morte del padre, ucciso, quando lei era una bambina, nell’eccidio nazista di Conca della Campania in località Faeta.

Da adulta, ha deciso di fare luce sulla morte del padre e delle altre vittime dell’eccidio nazifascista.

Negli anni, poi, ha raccolto elementi, testimonianze, ricostruito avvenimenti e chiarito all’opinione pubblica cosa avvenne realmente in quel tempo.

Lo ha fatto a voce ma anche servendosi di quel social che così spesso usiamo inutilmente, facebook, ma che lei usava per raccontare una verità a troppi ignota.

Quella verità che doveva al papà, morto troppo presto, per un’insana violenza che non è degna dell’essere umano.

Parlava ai più giovani, a quei giovani che studiano la storia sui libri ma percependola così lontana, irreale eppure attraverso le sue parole c’è chi ha ricostruito pezzi importanti della propria vita.

Una donna che da tempo soffriva ma che, comunque non si lasciava fermare da nulla e da nessuno.

Ora, sicuramente non è ferma. Continuerà a guardare questo mondo, che talvolta, sa essere così ingiusto,  ma lo farà accanto al suo papà. Con quell’amore che ha guidato ogni passo della sua esistenza.

Grazie di tutto. Grazie di averci raccontato la storia. Grazie per aver lasciato in tutti noi un seme che sicuramente non si perderà in un nulla senza senso.

(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: