Covid-19, confusione governativa: Confesercenti Campania si appella al Prefetto di Napoli

Confesercenti

Confesercenti in soccorso dei commercianti allo sbando.

Giovedì 3 dicembre, infatti, è scaduta l’ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza che collocava la Regione Campania nella fascia rossa.

Molti commercianti in attesa di un allentamento delle misure per la Campania, non ricevendo una nuova comunicazione per la zona di appartenenza della regione Campania, hanno interpretato il silenzio come un allentamento delle restrizioni.

Caos generalizzato

Si è così venuto a creare una sorta di vuoto e anche un caos generalizzato.

Il report del governo su di un eventuale cambio di appartenenza zona della Campania dovrebbe arrivare, come consuetudine, ormai acclarata, oggi che è venerdì.

Intanto il presidente di Confesercenti Campania, Vincenzo Schiavo, ha scritto al prefetto di Napoli, Marco Valentini, per spiegare la situazione e chiedere comprensione e tolleranza per i negozi che, seppure ancora avrebbero potuto, venerdì mattina hanno riaperto:

Signor Prefetto, le comunicazioni del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, rilasciate in diretta ieri sera, illustrative delle misure contenute nel Dpcm approvato nella stessa giornata, hanno -non volendo- creato confusione e disagi agli operatori commerciali, soprattutto a quelli dei settori dell’abbigliamento e delle calzature, chiusi in queste settimane di zona rossa nella nostra Regione.

L’affermazione, con relativo cartello esplicativo, dell’apertura da oggi di tutti i negozi in tutta Italia ha creato, in una categoria già duramente colpita dalle conseguenze della pandemia in atto, speranze, aspettative e dubbi interpretativi”.

(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: