Carinola. Carcere: quattro telefonini e caricatori rudimentali scoperti e sequestrati dalla polizia penitenziaria

La Polizia Peniteziaria ha trovato e sequestrato quattro cellulari che erano stati nascosti in alcune celle del carcere di Carinola (Caserta); gli apparecchi, introdotti illecitamente, erano stati occultati nelle televisioni dai detenuti, che sono stati denunciati.

Tra i cellulari trovati vi era uno smartphone con due sim-card; i poliziotti della Penitenziaria hanno inoltre trovato caricabatterie rudimentali.

A dare notizia dell’attività di perquisizione è Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria (Sappe), che esprime “apprezzamento per l’operazione svolta dagli agenti penitenziari, che continuano a lavorare con grande attenzione e professionalità, pur senza l’ausilio di adeguati mezzi; ai poliziotti va riconosciuta una meritata ricompensa”.

Capece lancia poi l’allarme sul fenomeno dell’introduzione di telefoni cellulari e droga della droga nei penitenziari, sia per adulti che per minori, in un momento già complicato per la sospensione dei colloqui con i familiari causa pandemia; “un fenomeno preoccupante e in aumento -dice il sindacalista- come dimostrano il sequestro di Carinola e  gli svariati tentativi, sventati dalla Polizia Penitenziaria in tutta Italia, di occultare droga e telefonini e introdurli poi all’interno delle carceri.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati