Parole forti quelle di Morra, ma vere. La Sanità calabrese è vittima di una politica malata.

Era noto a tutti che la presidente della Calabria Santelli fosse una grave malata oncologica. Sempre rispettata dal punto di vista umano, la defunta Jole Santelli, politicamente era molto lontana dalla nostra visione della politica.
Ed ecco che, dopo una dichiarazione certamente poco edulcorata, il presidente della commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra, esponente M5S, scatena una bufera, tirandosi dietro accuse e polemiche di ogni sorta.

Eppure è innegabile: la Calabria non riuscirà a salvarsi dalla cattiva e corrotta politica fin quando lo Stato non affronterà la situazione con piena consapevolezza.
Sono arrivate ovviamente polemiche a raffica dagli esponenti di destra e centrodestra: “le parole del presidente della commissione parlamentare antimafia Nicola Morra su Jole Santelli sono indegne e rappresentano un’offesa per tutti i malati oncologici. Non gli restano che le dimissioni”.
Questo, più o meno, il sunto di quanto sta accadendo.

Mediaservice Caserta 640×300

Morra, secondo l’opposizione, sta utilizzandi la Commissione Antimafia per aggredire i rivali politici e, dopo quanto dichiarato sulla defunta Santelli, si conferma un piccolo uomo.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Il capogruppo Pd a Palazzo Madama, Andrea Marcucci, non ha chiesto le dimissioni di Morra, ma lo ha esortato a delle scuse, sottolineando, per rispondere alle critiche sollevatesi, che il presidente della commissione Antimafia Nicola Morra ha sempre svolto con serietà il suo lavoro. Certamente, da persona seria qual è, non puoi avvalersi di difese d’ufficio: è necessario e giusto che si scusi con i calabresi e con la famiglia di Iole Santelli.

Io credo che Morra stia subendo un’ingiusta aggressione mediatica, e non trovo corretto che, per quanto asserito, seppure in modo crudo, venga messo in dubbio il suo lavora e la sua etica.

Sul suo profilo Facebook Morra si è difeso così: «Salvini ed altri esponenti del Centrodestra chiedono le mie dimissioni facendo un truffaldino taglia e cuci di mie dichiarazioni, strumentalizzandole. Nel giorno in cui Domenico Tallini, di Forza Italia, viene arrestato per concorso esterno in associazione a delinquere di stampo mafioso, per un business che la ‘Ndrangheta ha fatto nell’ambito della Sanità -infatti era stato messo nella lista degli impresentabili- guarda caso parte un attacco nei miei confronti, basato sul nulla».

Ancora una volta, dunque, l’opposizione tenta di alzare polveroni accecando la gente e fomentando rabbia: la verità spesso è detta in modo crudo, forse sbagliato…ma resta verità.
Quella che in molti tendono a nascondere sotto la polvere. E questa è l’ennesima dimostrazione.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati