Porro apre il circo: Mary Jo Maglie e la salma di Sgarbi: i ‘peggiori’ vanno (anche) in tv

Nicola Porro è molto attivo sui social. Ogni giorno o quasi ci regala una diretta social in cui, con la scusa di commentare i fatti del giorno, fa sempre le stesse cose: difende Salvini, dileggia Conte, percula le Sardine, offende Massimo Galli e insulta il Fatto Quotidiano.

Durante il lockdown mi faceva molto tenerezza, perché era il contraltare d’insuccesso delle mie Scanzi Live.

Un costante vorrei ma non posso che mi inteneriva non poco.

Ha pure un sito tutto suo, dove ospita un campionario di fenomeni mica da ridere. Più che un sito, il suo è un Circo Barnum per freak neuronali.

(..) Porro, cinquantun anni e sartoria di medio pregio, conduce come (forse) noto il talk show Quarta Repubblica. E il titolo è ottimo, perché non vuol dire un cazzo: proprio come il programma.

Gli ospiti pressoché fissi sono le spoglie mortali di Sgarbi e l’uomo dal cognome doppiamente fallico Capezzone, a conferma di come le disgrazie non vengano mai sole. Nell’ecosistema buffamente lunare di Rete 4, che dopo il Rinascimento abortito di Gerardo Greco ha vissuto la più greve delle restaurazioni, Porro è il finto equidistante: dunque il peggiore.

Laddove Giordano e Del Debbio si divertono un mondo con la loro ostentata faziosità antisinistrorsa, il poro Porro si traveste da economista bipartisan (sic) e invita una foglia di fico di sinistra (che spero riceva cachet enormi, altrimenti è bischera parecchio) per sembrare oggettivo. E per esporla alla mitraglia delle spoglie mortali di Sgarbi, del doppiamente fallico Capezzone e della Maglie.

Porro vive il dramma straziante di avere notorietà, senza però vantare un pubblico disposto a seguirlo (a meno che non sia gratis). I suoi libri hanno vendite stitiche, non genera appartenenza e se facesse spettacoli a pagamento non riempirebbe neanche il tinello di Fassino. Spiace.

Maria Giovanna Maglie, detta (da me) Mary Jo Jersyes, è la Murgia di destra.

Entrata in Rai grazie a Craxi, uscita dalla Rai grazie alle “spese pazze”. Adoratrice dell’ultima Fallaci. Trumpiana sfegatata, salviniana indemoniata, meloniana di rimbalzo.

Però ha anche dei difetti.

Vive su Rete 4, dove la usano come doberman in quota rosa, e sui social, dove ha meno seguito di Facci. Ascoltarla è un piacere, leggerla un dovere.

Le va poi riconosciuta una dote spiccata: svetta in eleganza. In ogni suo gesto e azione, si avverte come un che di Audrey Hepburn. Essa è Vita, Nume e Luce. Il Faro della conoscenza che illumina il nostro diuturno sconcerto.

Sia dunque somma lode a Mary Jo.

Si chiama Christian D’Adamo. Su Facebook si definisce così: “Naziskin, omofobo, xenofobo, antidemocratico, anticostituzionale, anticomunista e antisemita”. Un intellettuale, ecco.

Trentadue anni, pizzaiolo. Candidato a Fondi (Latina) alle elezioni amministrative all’interno della lista “Mastrobattista sindaco”. La polemica viene meritoriamente innescata dall’Anpi. Fondi è un feudo di Forza Italia. Roberto Maroni, allora ministro dell’Interno, chiese due volte senza esito lo scioglimento per mafia del consiglio comunale. A settembre la lotta per il sindaco è stata tutta a destra: o Forza Italia, o Mastrobattista (e il pizzaiolo naziskin).

Anche il candidato sindaco, l’avvocato Giulio Mastrobattista, è al centro delle critiche. Mastrobattista ha pubblicamente commentato una fotografia (non compromettente) postata dal pizzaiolo fascio, scrivendo quanto segue: “Quando vedo giovani come te il mio cuore si riempie di gioia, perché il futuro è vostro”.

E se il futuro è di quelli come D’Adamo, siamo alla canna del gas. Mastrobattista (Fratelli d’Italia) era stato accusato in passato anche di avere fatto il saluto romano, ma lui ha sempre negato. In merito al naziskin D’Adamo, presente nella sua lista, ha preso (solo alla fine) le distanze: “Siamo contrari a qualsiasi atto che vada contro ai principi della Costituzione, coniata su specifici valori”.

Tira proprio una brutta aria.

(Fonti: Andrea Scanzi/Il Fatto Quotidiano  – Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati