S.Maria a Vico. Covid-19: non convince la zona ‘gialla’: Comune ‘chiuso’ fino al 4 dicembre

La zona gialla non convince, non aiuta a combattere la diffusione del covid. Per questo qualche sindaco sta cominciando, nel pieno dei propri poteri, ad agire, per tutelare la salute pubblica della propria città.

Questo è il caso di Santa Maria a Vico, in provincia di Caserta, che fa da apripista in questa direzione.

Il sindaco Pirozzi, infatti, ha firmato l’ordinanza n.149, con la quale, vista la situazione epidemiologica, facendo riferimento alla dichiarazione dell’Organizzazione mondiale della sanità del 30 gennaio 2020 che ha dichiarato l’epidemia da SARS-COV-2 un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale e che, in data 11 marzo 2020, l’epidemia è stata valutata come “pandemia” in considerazione dei livelli di diffusività e gravità raggiunti a livello globale, al fine di contrastare e limitare la diffusione del contagio ha stabilito una serie di restrizioni a partire dal 13 novembre fino al 4 dicembre 2020.

Nell’ordinanza si legge quanto segue:

Ferme restanti le misure restrittive nazionali e regionali vigenti, con efficacia dalle ore 05:00 del 13 Novembre 2020 e sino alle ore 22:00 del 4 Dicembre 2020, sul territorio del Comune di Santa Maria a Vico, le seguenti misure restrittive:

1. La chiusura di tutti i parchi giochi.

2. La chiusura del mercato settimanale.

3. Il divieto di ospitare in casa per riunioni, cene, pranzi, visite e qualsivoglia altra causa persone
non conviventi.

4. Il divieto di ogni spostamento dal lunedì alla domenica e dalle ore 05:00 alle ore 22:00. Sono consentiti i soli spostamenti motivati da:

a. comprovate esigenze lavorative o di studio;

b. da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute;

c. per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi dalle normative regionali e nazionali.

A titolo esemplificativo e non esaustivo, rientrano in tale fattispecie gli spostamenti per recarsi presso le attività commerciali non chiuse e luoghi di culto, eccetera.

Lo spostamento di più di una persona insieme non convivente deve essere giustificato da comprovate ragioni di necessità.

5. Il divieto di stazionamento ai pedoni su strade, piazze e in generale su tutte le aree pubbliche essendo consentito solo il transito ai sensi del punto 4 ed il conseguente divieto di utilizzo delle panchine comunali.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati