NEWS PER I GIORNALISTI

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!
FNSI Newsletter
Venerdì, 6 novembre 2020
Vertenze
La Gazzetta del Mezzogiorno sciopera: «Dai curatori schiaffo al giornale». Fnsi e Ars: «Chiarezza sulle procedure»
Domani il quotidiano non sarà in edicola per lo stato di agitazione indetto dai giornalisti, riuniti in assemblea permanente. Lamentano «errori, omissioni, la pubblicazione del bando a 10 giorni lavorativi dalla cessazione dell’esercizio provvisorio». Così, scrivono, è «scoraggiata l’ampia partecipazione dei soggetti che si sono dichiarati interessati a rilevare la testata».
Vertenze
Giornale di Sicilia, il Cdr: «Redattori in Cig, pensionati e precari al lavoro. L’editore aggira le regole»
«Il piano di tagli non si discute e la Ses prosegue nella sua ipotesi di ridimensionamento nonostante le dichiarazioni pubbliche di apertura al confronto», denunciano i rappresentanti sindacali. Che chiedono: «È lecito un percorso che porta da un lato all’allontanamento di professionisti dal posto di lavoro, dall’altro alla loro sostituzione con personale esterno e sottopagato?»
Vertenze
Pensionati in redazione, Motta e Bekar (Clan Fnsi): «Pratica da denunciare e contrastare in ogni sede»
Chi è in pensione e sostituisce colleghi in Cig o lavora “in competizione” con i precari, osservano presidente e coordinatore dell’organismo di rappresentanza dei lavoratori autonomi, «contribuisce all’avvitamento della professione dietro al miope mantra della riduzione dei costi che porterà a giornali senza giornalisti assunti regolarmente. A discapito dell’Inpgi e dei diritti di tutti».
Vertenze
Metro, sciopero dei giornalisti. Il Cdr: «Violati gli elementi più basilari del contratto»
Primo giorno di astensione dal lavoro del pacchetto di cinque stabilito dall’assemblea per protestare contro il licenziamento di una collega e reso noto con un comunicato approvato all’unanimità. «La risposta di un fantomatico editore lascia senza parole», spiegano i rappresentanti sindacali.
La polemica
Rai, Usigrai: «Ora è allarme per i conti, ma l’azienda cosa ha fatto per recuperare il maltolto?»
Per i rappresentanti dei giornalisti del servizio pubblico, dell’attuale situazione è responsabile chi ha sottratto risorse, ma anche chi – i vertici aziendali – non ha fatto abbastanza per ottenere la restituzione dei ricavi da canone, per porre fine alla inadempienza del Mise, per tutelare il patrimonio aziendale.
Associazioni
“La Voce di Romagna”, Fnsi e Aser parte civile nel processo a carico dell’ex editore
Via libera del Gup del tribunale di Rimini. «Riteniamo non solo di dover stare al fianco dei colleghi angariati e licenziati nella prima fase di quella triste avventura editoriale, ma di essere noi stessi parte lesa», rileva il sindacato regionale. Prossima udienza il 10 febbraio 2021.
Associazioni
Licenziamenti e cambio di direzione a “Nuova Umbria + Trt”, l’Asu chiede un confronto all’editore
Il sindacato regionale, pronto a tutelare i colleghi in tutte le sedi, «diffida dal procedere alla spoliazione dell’emittente televisiva, sia in termini di professionalità che di prospettive produttive, in spregio alle più elementari norme che regolano il settore, i contratti e le relazioni sindacali».
Appuntamenti
“Falso ma Vero”, l’11 novembre convegno online della Fondazione Murialdi
Al centro dei lavori il tema del rapporto tra deformazione della realtà e fake news, censura e libertà d’informazione nella stampa satirica e nella caricatura. L’appuntamento è alle 15 in diretta streaming.
FNSI
(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: