Covid-19: per fronteggiare l’epidemia le escogitano tutte, ma le sanificazioni sono un ‘optional’?

Sanificazione
La parola di oggi è sanificazione.

Perchè va bene parlare di Covid 19, di zone gialle, rosse, arancioni, di terapie intensive, di degenze, asintomatici, ma non basta
L’appello viene lanciato dal dottor Antropoli che dal suo profilo facebook, condivide una riflessione che faccio mia: “non so se in Cina hanno veramente fermato il contagio ma una cosa è certa: hanno continuamente sanificato gli spazi pubblici – spiega Antropoli – in modo tale da distruggere il virus limitando così il contagio, ai rapporti interpersonali”.
E in Italia, in Campania, cosa accade?
Nella provincia Casertana quella sanificazione che nel periodo febbraio/marzo tutti invocavano che fine ha fatto?
Non vedo nelle nostre città una disinfezione – approfondisce Antropoli – come quella fatta a Wuhan o in altre città della Cina ritornate rapidamente alla normalità. Purtroppo in Italia e in Europa, dove dilaga il contagio, le istituzioni non hanno fatto il proprio dovere”.
É un’accusa importante ma, a questo punto giriamo la domanda a voi, ma anche alle istituzioni.
A quando una sanificazione? Perchè forse sarebbe il caso di farla, visti i numeri che continuano a crescere.

E soprattutto perchè non programmare un serio piano di sanificazioni? Attendiamo una risposta e azioni concrete.

(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: