Alife. La Garante dell’Infanzia della Regione Abruzzo visita l’Albero della Pace

 In tempi di emergenza Covid la Garante dell’ infanzia e dell’adolescenza della Regione Abruzzo, Marina Falivene, originaria di Piedimonte Matese, durante una sosta presso la propria dimora matesina, ha voluto visitare l’Albero della Pace dedicato ai percorsi della memoria storica dei 100 anni della grande guerra sito in Alife, dove accanto si trova il bellissimo Abete dei diritti dell’infanzia rubata.
Nel mentre la Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio, che accompagnava di persona la Dott.sa Falivene spiegandole tutto il significato dell’area ed il percorso della “Fiaccola della Pace” avviato nel corso degli anni con le scuole e gli Enti locali, fra cui anche la tappa che toccò il capoluogo Abruzzese nell’anno 2016 e che vide anche lì la piantumazione dell’Albero della Pace (svolta in collaborazione con l’Associazione L’Impronta L’Aquila diretta dalla giornalista Luisa Stifani e l’ Istituto Comprensivo “Mazzini – T. Patini con il Patrocinio della Citta de l’Aquila), la Garante dell’infanzia nel mostrare vivo interesse per l’interessantissimo percorso e l’ impegno profuso in tale direzione, ha voluto esprimere un suo messaggio a sostegno dei diritti dei giovani e delle fasce più deboli.
Un gruppo di giovanissimi, che nel momento in cui ci si intratteneva davanti al nostro Simbolo di Pace a dialogare sulle tematiche fondanti, sostava nell’area del Parco giochi, sentendosi chiamati in causa sono intervenuti per ascoltare da vicino il messaggio della Garante dell’infanzia, la quale ha espresso un grande apprezzamento ed ha invitato i giovani a farsi promotori e portavoce dei bisogni dei più deboli e promotori di iniziative di solidarietà sostenendo già quelle avviate dal Movimento per la Pace.
Presenti fra i giovanissimi Gianmaria, un giovane molto attento e sensibile che si è fatto portavoce anche di un messaggio poi spiegato dalla Presidente del Movimento per la Pace, a nome di tutti i cassintegrati che, come il papà del giovanissimo Gianmaria, stanno subendo una forte ingiustizia per via dei benefici non ancora retribuiti dal mese di marzo, ovvero da quando è iniziato il primo lockdown in Italia a seguito dell’emergenza del nuovo Coronavirus che sta affliggendo l’intero pianeta.
Ci auguriamo che questa situazione si sblocchi quanto prima e che al papà di Gianmaria come a tutti i cassintegrati e chi ha fatto richiesta del sostegno di emergenza in questi mesi di crisi, possa giungere il compenso che gli spetta per diritto. Come si fa a vivere se non ci sono le condizioni che garantiscono quel minimo che consente di vivere e di andare avanti? Dove si andrà a finire di questo passo?” ha ribadito l’avvocato Falivene.
L’incontro è poi terminato con un saluto di speranza perchè possano giungere giorni e tempi migliori, affinchè lavorando tutti insieme per l’affermazione dei valori della Pace e dei diritti di ogni uomo, la nostra società e il mondo, recuperi equilibrio, il pianeta torni a respirate, l’uomo smetta di inquinare la Madre Terra troppo abusata dalle sue mani scellerate e le malattie generate dal male di un mondo malato nel proprio cuore cessino di mietere vittime e soprusi.
Il Coronavirus viene a ricordarci proprio questo: “E’ urgente un’ inversione di rotta. Riflettiamoci”. I giovani, se ben presi e guidati alla giusta direzione, possono fare e dare tanto alla causa della Pace e dei diritti dell’uomo, che sono innanzitutto i loro diritti.
Grazie, “Garante dell’infanzia” Dott.ssa Marina Falivene, per questo bel messaggio di speranza che ha voluto consegnarci proprio ora, in un momento in cui il nostro tempo è attanagliato da un pericolosissimo virus che sta paralizzando le coscienze.
La luce della Fiaccola, che in questo tempo di oscurità, silente e attenta come una sentinella continua ad ardere in questo simbolo sempreverde della vita che mai muore, torni ad ardere nel cuore dell’uomo per riportare giustizia, salute, equità, diritti, solidarietà e Pace ovvero la meta a cui tutti noi uomini e donne di buona volontà, amanti del bene e marciatori del cammino di Pace in salita, aspiriamo nel più profondo del nostro cuore.
C’è bisogno di impegno e di cammino, di mani e piedi che lavorano in tal senso. Noi ci siamo, non ci arrendiamo, ma soprattutto non ci rassegniamo a questo stato di cose. Più il male avanza e più si rende necessario intensificare l’azione del bene, che è azione di Pace.
(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati