Decreto Ristori, requisiti e precisazioni

 

Nel decreto è stata prevista una nuova mensilità relativa al Reddito di Emergenza (fino a 800 euro)
Nel provvedimento economico del Governo sarà prorogata anche la Cassa integrazione a carico dello Stato per altre 6 settimane fino a fine anno. Introdotto contributo una tantum per gli stagionali del turismo, spettacolo e lavoratori dello sport che dovrebbe essere di 800-1000 euro.
Nelle stesse ore del confronto sul Dpcm, abbiamo lavorato per far arrivare risorse immediate alle categorie penalizzate, che stiamo incontrando oggi a Palazzo Chigi. Alle ore 15 in CdM approveremo il  cd Decreto Ristori,con indennizzi e risarcimenti in tempi certi e rapidi”, ha dichiarato il Premier Giuseppe Conte.
 La richiesta del contributo deve essere inoltrata con una Dichiarazione Sostitutiva Unica ai fini Isee, ordinario o corrente. Il documento servirà a verificare il valore dell’Isee e la composizione del nucleo familiare.  Il contributo del decreto corrisponderà circa 800 euro alle famiglie per due mesi; 840 euro qualora il nucleo sia composta da due adulti, due minorenni e un componente non autosufficiente.

CONTRIBUTI FINO A 840 EURO

Il Reddito di Emergenza è destinato alle famiglie che hanno un Isee inferiore ai 15mila euro. Il contributo oscillerà tra i 400 e gli 800 euro a seconda della composizione del nucleo familiare: 400 euro per i single, 560 euro per una coppia, 640 per una genitori con due figli maggiorenni, 480 euro per un genitore single con un bambino, 720 euro per una coppia con due figli.  

I requisiti per richiedere il Reddito di Emergenza sono

.

-la residenza in Italia al momento della domanda, verificata con riferimento al solo componente richiedente il beneficio.

-Valore del reddito familiare, nel mese di aprile 2020, inferiore a una soglia pari all’ammontare del beneficio. Valore del patrimonio mobiliare familiare, riferito al 2019, inferiore a 10.000 euro.

La soglia è accresciuta di 5mila euro per ogni componente successivo al primo fino a un massimo di 20.000 euro. In presenza di un componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza come definite ai fini ISEE. Un valore ISEE, attestato dalla DSU valida al momento di presentazione della domanda, inferiore a 15.000 euro

Saranno esclusi dal contributo i detenuti, le famiglie che beneficiano già del Reddito di Emergenza o della pensione di un loro componente. Coloro che hanno un contratto di lavoro dipendente con una retribuzione che superi la soglia dell’Isee. I nuclei familiare che hanno già usufruito dei contributi del Decreto Cura Italia.

L’articolo Decreto Ristori, requisiti e precisazioni proviene da BelvedereNews.


(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati