Mascherina: chi la impone viola Costituzione, leggi, commette reato e rischia una denuncia penale

mascherina-no_11-615x410 mascherina-no-11.jpg

Premesso che l’art. 78 della Costituzione Italiana non può essere sospeso in nessun caso di emergenza sanitaria ma solo di guerra.

La legge è uguale per tutti; la giustizia é amministrata in nome del popolo; non esiste una legge che impone l’uso della mascherina e neppure potrebbe mai esistere, se non violando articoli di legge e di Costituzione.

Chi obbliga una persona a coprirsi il volto, commette un reato.

Nessun decreto (DPCM) può porre in deroga né legge né Costituzione.
Le leggi 155/2005 e 152/1975 (divieto di uscire mascherati in pubblico o con ridotta possibilità di identificazione) non sono invalidate e non diventano secondarie a nessun DPCM.

Chiunque dovesse intimidire per far indossare mascherine, rischia una denuncia per:
• Istigazione a delinquere – Art. 414 cpp.
• Procurato allarme – Art. 658 cpp.
• Truffa aggravata – Art. 640 cpp.
• Abuso di autorità – Art. 607 cpp.
• Violenza privata – Art. 610 cpp.
• Violazione della Costituzione italiana degli Artt. 1, 2, 4, 10, 13, 16, 32, 41, 54, 78

E per quanto riguarda le leggi internazionali ratificate dallo Stato Italiano:
• Violazione del Trattato di Oviedo art. 5
• Violazione dei Diritti Umani, Art. 3

Per favore:
scarica, stampa, fotocopia e distribuisci questo foglio.
Molte persone non hanno queste informazioni, e hanno bisogno di saperle per capire, per il bene di tutti. Grazie

(Manu Zaka – https://t.me/morningiq – ITALIA🇮🇹 #costituzione #dirittiumani #documenti – Lettera Aperta – Archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)