Caiazzo. ‘Bonus’ partite IVA chiesti anche da amministratori e politicanti locali?

politico sopra legge sotto decenza-615x410 politico-sopra-legge-sotto-decenza.jpg

É scoppiato il bubbone perché 5 (poco) onorevoli del Bel Paese hanno chiesto e pare ottenuto il Bonus previsto dal Governo (di cui in qualche modo fanno parte) in favore dei piccoli imprenditori “massacrati” dalle restrizioni imposte dal Covid 19.

Ebbene anzi emmale posso dare per certo, essendo passato sotto i miei occhi, che anche amministratori, politici caiatini o loro stretti familiari hanno richiesto tale Bonus, da una Parte e dall’Altra.

Ancor più importante sarebbe venire a sapere per quale tramite (comune?) sono state inoltrate molte domande, ma questo non ve lo posso dire perché ne ho sentito parlare ma non ne ho contezza.

Però basterebbe che un (uno!) Consigliere Comunale invitasse tutti a dichiarare la propria estraneità, cioè di non aver ottenuto, né chiesto, il bonus (e, trovandosi, altri aiuti pensati per la gente comune) per smascherare gli interessati da tale bassezza, si badi, pienamente legittima ma eticamente condannabile, soprattutto per chi con la politica già ci campa, anche incassando un cospicuo assegno mensile.

Chiedo e pretendo naturalmente massima riservatezza sulla mia persona anche se in fondo non me ne frega più di tanto, però so bene quanto certi sono vendicativi, altrimenti non pubblicate niente. Grazie.

(Lettera Aperta – Archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)