AMBC: ““Oratori diffusi” anche da noi”

MONDRAGONE – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa dell’Associazione Mondragone Bene Sicuro: “Il Servizio nazionale per la pastorale giovanile della Cei ha lanciato una proposta per far ripartire le attività rivolte ad adolescenti e bambini in vista dell’estate e della ripresa del lavoro dei genitori.

Si tratta di un programma a tappe da preparare e gestire via web per tornare a vivere “a piccoli gruppi” gli spazi aperti in una sorta di “oratorio diffuso” nel rispetto delle regole a tutela della salute. “Aperto per ferie. Progetto per l’estate ragazzi in tempo di pandemia”: questo è il titolo della proposta per rispondere ad alcune necessità della Fase 2: https://chiciseparera.chiesacattolica.it/wp-content/uploads/sites/59/2020/04/Aperto-per-ferie-progetto-estate.pdf. L’obiettivo principale è quello di: “non rinunciare alle attività educative dell’oratorio a oltranza.

L’estate ragazzi rappresenta da tempo un collante per tutta la comunità, un luogo generativo di relazioni, incontri, legami. Da settimane i cortili dell’oratorio sono deserti e probabilmente lo saranno ancora a lungo. Ma c’è bisogno di far riprende la circolazione delle relazioni che aiuti la comunità a ritrovarsi, pur sapendo che non sarà più la stessa e che non sarà possibile (almeno nell’immediato) fare le cose di sempre”. Il progetto è articolato in tre tappe. La 1^ prevede la formazione dei gruppi suddivisi per età e che saranno assegnati a un animatore che inizierà la loro conoscenza a distanza utilizzando i dispositivi e le piattaforme web.

L’orizzonte è l’estate e anche per la 2^ tappa a farla da padrona sarà la tecnologia: si suggeriscono tutta una serie di attività laboratoriali e giochi da fare rigorosamente online grazie alle diverse piattaforme. Non manca certo il momento di preghiera e la “gita” virtuale dando spazio alla fantasia. Il programma sembra quello classico degli oratori estivi, ma è a distanza. La 3^ tappa si proietta verso il momento in cui si potrà uscire e trovarsi a piccoli gruppi. Durante la campagna elettorale, il 2 Giugno 2017, presentammo pubblicamente a Pacifico (alla presenza anche del Padre e del Figlio) quattro proposte, tra cui la Carta della Solidarietà per un Patto con le Parrocchie della città in tema di welfare da sottoscrivere all’indomani delle elezioni, ove riconoscevamo, tra l’altro, l’importanza degli oratori quali imprescindibili presidi di socialità e formazione. https://www.81034.it/mbc-presenta-pacifico-le-prime-delibere-approvare/.

Ma, come è successo con il Regolamento per l’Amministrazione Condivisa e per il baratto amministrativo, mutuato dall’esperienza di LABSUS, e con le altre proposte (tutte fatte pervenire successivamente anche ai consiglieri comunali e agli assessori), anche questa è stata buttata nel cestino. Negli ultimi giorni l’amico Giampaolo Romano ha espresso amarezza per i tanti spazi pubblici abbandonati in città che non si portano a verde o- meglio ancora- a coltivazione, sia per il disimpegno comunale che per l’assenza di una procedura per la loro assegnazione codificata ai cittadini.

Caro Giampaolo, 3 anni fa -come tu sai- consegnammo a tutti un Regolamento “certificato” con tanto di relazione e di bozza di delibera. Incontrammo anche il presidente Petrella, il quale ci assicurò che di lì a poco avrebbe portato le nostre proposte in Consiglio comunale. E da allora abbiamo sollecitato la loro “presa in carico” con decine di pubblici interventi. Purtroppo, per non “darci soddisfazione” (o forse soltanto perché incompetenti ed incapaci), questi signori continuano ad ignorare sia quelle 4 prime proposte che le tante altre fatte dall’AMBC successivamente. Quella da noi proposta è la procedura legale per gestire in condivisione e sussidiarietà i beni comuni (dalle strutture comunali abbandonate come il Palazzetto dello Sport agli spazi urbani degradati).

Si tratta dell’unica strada percorribile, anche perché è quella che è stata già percorsa in questi anni con successo da centinaia di comuni in giro per l’Italia: https://www.labsus.org/rapporto-labsus-2019/. Se qualcuno non si ritrova più quelle proposte, basta rivolgersi al nostro portavoce Gianni Pagliaro per riaverle all’istante. Come sempre, poi, l’AMBC resta a disposizione sia per illustrare ancora una volta quelle idee messe a suo tempo “nero su bianco”, sia anche per dare una mano a realizzarle.

E proprio perché l’AMBC non molla mai, lanciamo un ennesimo appello, questa volta all’Assessora Concetta Lavino, affinché contatti tutte le Parrocchie della città per invogliarle ad attuare anche da noi il progetto “Oratori diffusi”, dando il necessario supporto comunale.

L’articolo AMBC: ““Oratori diffusi” anche da noi” proviene da BelvedereNews.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati