CORONAVIRUS – I droni dell’Esercito a caccia di chi non rispetta il divieto di uscire di casa

CASERTA – Non si ferma il costante lavoro dei soldati dell’Esercito che anche durante le festività Pasquali continuano ad operare su diversi fronti per fornire un fondamentale supporto alla lotta contro il COVID-19. L’organizzazione di attività complesse che richiedono l’impiego di aerei, droni, elicotteri, automezzi e personale altamente preparato mette in luce una solida preparazione professionale che caratterizza tutto il personale della Forza Armata e la capacità, propria dell’Esercito, di adattare il dispositivo a qualunque situazione di emergenza in Italia e all’estero.

In queste ore ci sono Droni nel cielo sopra i paesi della Campania così da poter effettuare il pattugliamento del territorio, per poter “pizzicare” i renitenti alle ordinanze che impongono di stare a casa ed evitare gli assembramenti. I droni localizzeranno dall’alto eventuali passanti o auto in transito, specialmente quelle che in queste ore stanno cercando di raggiungere le zone abitualmente scelte per festeggiare la Pasquetta, fornendo poi le coordinate alle forze dell’ordine al fine di facilitare i controlli e stanare chi ancora circola liberamente, incurante delle restrizioni e dei divieti”.

I velivoli radiocomandati sorvolano in queste ore del giorno di Pasquetta i cieli dei Comuni rafforzando così l’impegno delle forze dell’ordine e dell’Esercito per il rispetto delle norme di contenimento sociale dell’epidemia da Coronavirus. Presidio, sicurezza, vigilanza, soccorso. Sono alcune delle attività svolte dai militari dell’Esercito presenti su tutto il territorio nazionale con migliaia di soldati impegnati in 53 città italiane, per il monitoraggio di 470 siti delle principali aree metropolitane per la vigilanza di installazioni e obiettivi sensibili nell’ambito delle operazioni come Strade Sicure, Terra dei Fuochi e contrasto anti COVID-19, quest’ultima per contrastare la piaga della pandemia e controllare che i cittadini rispettino l’obbligo di restare a casa anche se oggi è Pasquetta così da prevenire nuove emergenze sanitarie e ambientali.

Proprio in questa regione il controllo del territorio viene effettuato anche con sistemi Micro-APR RQ-11B/C “RAVEN B/DDL”, strumenti di sorveglianza e ricognizione a lancio manuale dell’Esercito Italiano che in situazioni operative concorrono ad accrescere la Situational Awareness attraverso l’acquisizione di immagini e video, ma che in questo momento, sono molto utili per rilevare dall’alto assembramenti di persone o spostamenti non autorizzati. I droni Micro UAV RAVEN, con un raggio d’azione di 10 k permettono la trasmissione di immagini, video aeree, ad una stazione di terra, ad un laptop e ad un terminale video remoto, sia in ambiente diurno che notturno.

L’utilizzo dei droni, in sinergia con l’attività di pattugliamento condotta sul terreno in sinergia con altri militari delle FF.OO., consente di migliorare ancora di più il controllo del territorio e rende più efficace il contrasto alle azioni illecite. Un insieme di risorse umane, materiali e ricerca che nascendo per scopi militari ha un utilizzo ed una ricaduta positiva anche nel mondo civile. Un approccio duale capace di integrare le capacità dello Strumento militare con le componenti civili al servizio della collettività.

L’articolo CORONAVIRUS – I droni dell’Esercito a caccia di chi non rispetta il divieto di uscire di casa proviene da BelvedereNews.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati