Caiazzo. CoronaVirus, infetti accertati all’ASL: Insero al sindaco: ‘la struttura va chiusa immediatamente’!

Continua a tenere banco, in Caiazzo come nell’intero comprensorio, il caso dei dipendenti del locale distretto ASL risultati positivi al tampone del Covig-19, per uno solo dei quali il sindaco ha dato notizia, dopo estenuante, allarmistico passaparola sul web, asserendo fra l’altro di avere appena appreso di tale (unica) positività.

Sul delicatissimo l’argomento interviene a testa bassa il sempre attento avvocato e consigliere comunale di minoranza Amedeo Insero asserendo che: Ai cittadini di Caiazzo, ma anche di tutto il circondario, va detta tutta la verità, pura e semplice.

I soggetti risultati positivi al tampone e quindi affetti da coronavirus sono ufficialmente 4.

Poco o niente conta il fatto che soltanto uno dei quattro è cittadino e residente in Caiazzo.

La struttura dell’Asl caiatina è frequentata settimanalmente da tutto il comprensorio caiatino con afflusso di decine e decine di persone.

Ciò va detto a chiare lettere non per creare inutili e sterili allarmismi ma perché tutti coloro che negli ultimi 15 giorni abbiano frequentato la struttura, avvertano, così come prontamente richiesto dai sindaci, le rispettive autorità locali e sanitarie, affinché si possano adottare tutte le misure del caso.

Trovo assurdo che la struttura dell’Asl a tutt’oggi sia ancora aperta al pubblico e ciò nonostante vi sia da giorni la chiusura degli ambulatori. Mi chiedo che senso abbia esporre gli impiegati a rischi inutili.

Per quanto è a mia conoscenza soltanto le persone che poi sono risultate positive sono state finora sottoposte a tampone nel mentre tutti gli altri operatori, medici, personale sanitario e parasanitario, non sono stati sottoposti alla prevista profilassi.

Ho allertato personalmente chi di dovere ma ad oggi alcun provvedimento è stato preso con la grave conseguenza che gli uffici dell’Asl sono, incredibilmente, ancora aperti al pubblico.

Questo non è il tempo dello scaricabarile, è il tempo dell’assunzione delle responsabilità.

Chiedo, pertanto, che il sindaco di Caiazzo, in qualità di massima autorità sanitaria locale, disponga IMMEDIATAMENTE, al di là dei vari protocolli, la chiusura degli uffici dell’Asl è ciò nell’esclusivo e primario interesse della salute pubblica.

Solo dopo la sanificazione degli ambienti ed i risultati dei tamponi cui DEVE essere sottoposto tutto il personale, la struttura potrà riaprire.

É questo il momento di dare il massimo. Finora le nostre comunità non erano state interessate dalla pandemia. Ora tocca a noi tutti, ognuno per quanto di competenza, amministratori in primis.

(Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

 

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: