Manovra 2020, un resoconto

I  voti a favore della legge di bilancio sono stati 312, 153 i contrari e 2 gli astenuti. Analizziamo nel dettaglio i provvedimenti.

Blocco dell’aumento dell’Iva e cuneo fiscale 
L’intera manovra è costata 32 miliardi, di questi il solo blocco dell’aumento dell’Iva è costato 23 miliardi di euro. È stata una misura necessaria per evitare di gravare sul bilancio delle famiglie per 540 euro all’anno. È stato,inoltre,istituito un fondo per la riduzione del carico fiscale sui lavoratori dipendenti (3 miliardi per il 2020 e 5 per il 2021)

Pagamenti elettronici
La manovra introduce la possibilità di rimborsare in denaro i consumatori che pagano attraverso carte di credito e bancomat. Si prevede un decreto attuativo entro il 2020;

Plastic tax e sugato tax ,imu,,tasi  e cedolare secca 

La tassa sulla plastica è pari a 1 euro al chilo e partirà da luglio, ma le aziende che produrranno prodotti biodegradabili avranno un credito di imposta al 10 per cento. Quella sullo zucchero,invece,è imposta sulle bevande che contengono zuccheri (10 euro per ettolitro). Per quanto riguarda l’imu (imposta municipale proprio) tasi (tributi per i servizi indivisibili), i proprietari di immobili dovranno pagare solo l’imu, perché la seconda è stata eliminata. La cedolare secca resta al 10 per cento sugli affitti il cui canone è stato concordato (si temeva,come stabilito dal dlgs del 23/2011 un’aliquota al 15 per cento)

Abolizione  del superticket sanitario 

Abolizione del superticket sanitario da 10 euro, a partire dal primo settembre.

Per le famiglie

Bonus bebè per i nati nel 2020 pari 1920 euro per coloro che hanno un ISEE fino a 7 mila euro, 1140 fino a 40 milza euro, 960 sopra i 40 mola euro. Proroga anche per il bonus asili nido che aumenta e sale infatti a 3mila euro per i nuclei familiari con ISEE fino a 25mila euro e a 2mila 500 da 25mila a 40mila euro. Congedo obbligatorio di paternità fino a sette giorni (rispetto agli attuali cinque) per il 2020. Bonus cultura 18enni, prorogato per il 2020 il voucher destinato ai giovani che compiono 18 anni per acquistare beni o servizi culturali, ma la cifra è da fissare tramite apposito decreto.

Pensioni

APE Sociale, ovvero l’anticipo pensionistico, prorogato al 2020,è esteso  alle lavoratrici che compiono 58 o 59 anni ( rispettivamente dipendenti o autonome) entro il 31 dicembre 2019, con almeno 35 anni di contributi.

Le tasse  sui giochi

La manovra , oltre che da un maggior ricorso al deficit e dalla spending review, è finanziante finanziata dalla tasse sui giochi. Nei prossimi mesi salirà al 20% il prelievo sulle vincite oltre i 500 euro, comprese quelle dalle lotterie istantanee come i Gratta e Vinci, e sulle vincite sopra i 200 euro per le slot.

Legalizzazione della cannabis light

Sono saltate la legalizzazione della cannabis light e la Tobin tax.

Fondo per gli investimenti inerenti alla sostenibilità ambientale

È stato istituito un fondo per sostenere l’economia circolare, la decarbonizzazione, la rigenerazione urbana,il turismo sostenibile. Saranno stanziati, a tal proposito, 470milioni nel 2020, 930 mln nel 2021, 1,4 miliardi nel 2022 e nel 2023.

Investimenti per la scuola

La scuola,secondo Fioramonti, avrebbe avuto bisogno di 24 miliardi. I 3 miliardi individuati da lui stesso “non sono la sufficienza” aveva dichiarato, ma rappresentano “la linea di galleggiamento”, per questo motivo dopo la legge di Bilancio si è dimesso.

(Lo stesso ministro dell’Economia Roberto Gualtieri,come riportato su Orizzonte scuola, aveva ammesso che il Conte-bis aveva inserito circa due miliardi aggiuntivi per scuola, università e ricerca e che avrebbe voluto destinare ancora più risorse a questi settori fondamentali, ma, purtroppo, “l’impegno è per la prossima Manovra”)

In ogni caso, la Manovra assegna, per rendere sicure le scuole, contributi agli enti locali pari a 85 milioni per il 2020, 128 milioni per il 2021, 170 milioni per il 2022 e 200 milioni dal 2023 al 2034. (ma i Comuni devono avviare i lavori entro il 15 settembre di ciascun anno a cui il contributo si riferisce, pena la revoca dell’aiuto)

Vengono inoltre stanziati 100 milioni l’anno per il 2020 e il 2021 e 250 milioni l’anno dal 2022 al 2034 per finanziare la messa in sicurezza, la manutenzione straordinaria e l’efficientamento energetico delle scuole di province e città metropolitane.

Viene inoltre istituto un nuovo fondo per la messa in sicurezza, ristrutturazione, riqualificazione o costruzione di edifici di proprietà dei comuni destinati ad asili nido e scuole dell’infanzia, con una dotazione di 100 milioni annuali dal 2021 al 2023 e di 200 milioni l’anno dal 2024 al 2034. Previsto, per i docenti un aumento degli stipendi dei docenti di circa 80 euro, bel al di sotto delle aspettative.

L’articolo Manovra 2020, un resoconto proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
[smiling_video id=”110008″]


[/smiling_video]