Caiazzo. Rifiuti, nuove regole: pubblico incontro concluso con pochissimi cittadini ma tantissimi dubbi!?

Non senza sconcerto per il “pubblico” incontro promosso dal sindaco per le ore 19 di mercoledì 4 dicembre, al quale hanno partecipato due persone per ogni “comunale” presente, cioè in tutto una decina di cittadini e cinque del municipio, sebbene uno di essi abbia preferito “far numero” dall’altra parte, mi sono permesso di appuntare dei rilievi, fiducioso che, essendo stati fatti in buona fede, gli errori rilevati vengano corretti e sulle nuove regole, spesso contraddittorie rispetto alle precedenti, venga assicurata adeguata informazione  all’utenza che, come più volte ripetuto dai preposti comunali, rischia pesanti sanzioni,

Questo anche perché – repetita juvant – essendo presente all’incontro circa l’uno per mille dei residenti, indubbiamente l’informazione di massa è mancata.

E non poteva essere diversamente, considerato non solo che l’incontro non è stato adeguatamente pubblicizzato, ma anche che sarebbe bastato posteciparlo di un giorno, cioè al giovedì, quando i negozi sono chiusi, per favorire almeno la presenza dei commercianti, peraltro in un orario agevole e non assurdo (le 19,00) di una serata freddissima. 

Ma veniamo al “fulcro”, cioè alla parte propositiva del mio intervento:

Premesso che nel campo dello smaltimento dei rifiuti è dieci volte più facile sbagliare che fare bene, mi permetto di invitare le autorità preposte a chiarirsi meglio le idee prima di chiedere ai cittadini un doveroso esemplare comportamento. A che mi riferisco? Rispondo con qualche esempio tratto da due fogli di istruzioni temporalmente successivi:

Vecchia (Old) e nuova (New) normativa

primo esempio:

Old – Lettiere di piccoli animali domestici nel sacchetto dell’UMIDO.

New– Lettiere di piccoli animali domestici nel sacchetto dell’UMIDO se sono a base di materiale vegetale come: legno, carta, orzo, mais o sabbia (vuol forse dire che ora anche la sabbia è di origine vegetale?!?).

secondo esempio:

Old – Piatti e posate di plastica nel sacchetto del SECCO INDIFFERENZIATO.

New– Piatti e bicchieri monouso nel sacchetto della (multimateriale-) PLASTICA E LATTINE.

Dopo che le autorità competenti si saranno chiarite le idee, potrebbero preparare un opuscolo (se possibile allegando qualche immagine) di agevole comprensione, che prenda in mano il cittadino e lo liberi dallo sconcerto, dall’ansia e dall’angoscia in cui può precipitare, anche per il cambiamento delle sue abitudini, indotto sia pure involontariamente, dalle stesse autorità, con le modifiche del regolamento preesistente.

Quest’opuscolo potrebbe spiegare, per esempio, come comportarsi col materiale poco o molto sporco, come separare e smistare i diversi materiali di cui può essere composto uno stesso oggetto, se e come staccare e trattare le varie parti di materiale diverso da una scatola di cartone con tappo e relativo supporto di plastica, nonché eventuale involucro impermeabile, come i contenitori di latte e vino; come smaltire le buste di plastica dotate di finestrelle trasparenti, ecc.

Alla fine di ogni mese (ricorrendo alle preziose indicazioni degli operatori ecologici) si potrebbe dare un premio anche simbolico a chi ha effettuato più correttamente la differenziazione dei rifiuti.

Mercoledì sera (4-12-19) mi feci dare e lessi l’opuscolo e il manifesto assemblati dall’Amministrazione Comunale, ma non ho trovato le risposte alle mie domande, anzi confesso che, concluso l’incontro, le mie idee sono ancor più confuse.

(Lettera Aperta – Archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)(Lettera Aperta – Archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)
[smiling_video id=”107805″]


[/smiling_video]

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: