Caiazzo. Portalettere ‘costretti a mentire’ per non perdere tempo a bussare? E chi ci tutela?

Poste (Italiane) caiatine: una tragedia per i cittadini“: esordisce così il Meet Up Caiazzo 5 Stelle

nel denunciare lo stato in cui sono ridotte quelle che una volta (quando “si stava peggio”?) rappresentavano un vessillo dello Stato, con ufficio, postino e bandiera tricolore anche nelle più minuscole frazioni, per poi aggiungere: Finalmente abbiamo appreso che i giudici stanno indagando sui comportamenti scorretti delle poste italiane, il cui servizio è peggiorato da quando i privati ne hanno preso il possesso.

In particolare per un caiatino, ricevere una raccomandata è divenuta un’impresa.

Questo lo posso testimoniare in quanto ho sorpreso la signora postina, la quale tranquillamente, mentre io controllavo dalla finestra, senza “ citofonare”, riempiva il modulo, attestante il suo “passaggio”, ma quando stava per andarsene l’ho chiamata ed ho puntualizzato quanto osservato; lei si è giustificata dicendo che, essendo nuova, non sapeva dove bussare.

NON É ASSOLUTAMENTE VERO

Non me la sono sentita di denunciarla, le ho promesso che alla prossima la querelo.

Oggi si sa che questa è una prassi consolidata; i privati, senza scrupoli, pensano solo a guadagnare, per cui si può desumere che tutto quello che è gestito da questi signori porta solo disservizi e costi eccessivi, con relativo peggioramento del livello di soddisfazione per i residenti.

Inoltre la posta normale è recapitata una volta a settimana, se tutto va bene.

Le grandi poste italiane, in pochissimi anni, sono diventate la vergogna della nazione; la gestione privata significa, corruzione, servizi inadeguati, utili assicurati alle imprese e debiti ripianati dai cittadini.

Ora però è arrivato il momento di dire “basta, vergognatevi, la casta non la vogliamo più”!

(Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

[smiling_video id=”107087″]


[/smiling_video]

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: