Caiazzo. Caiazzo, caserma carabinieri: comune sconfitto anche al TAR, e pantalone paga!

Aveva ragioni da vendere l’avvocato Ameeo Insero, evidentemente, nel denunciare a tempo debito l’ennesimo spreco di denaro pubblico che la civica amministrazione e segnatamente il sindaco Giaquinto si accingeva a disporre affidando all’avvocato Pasquale Marotta l’estremo tentativo di salvare la caserma dei Carabinieri, invero perduta da tempo, senza mai alzare un dito per perseguire i “responsabili”, come si evince dalla seguente nota, confermativa delle sue buone ragioni e purtroppo del torto della silente controparte:

La vicenda Caserma Carabinieri è giunta al traguardo, si è definitivamente chiusa!

Con sentenza del 28 novembre 2019 il Tra Campania ha deciso la questione nel merito, rigettando definitivamente il ricorso proposto dal comune di Caiazzo, difeso dall’avvocato Pasquale Marotta.

Era il 10 maggio del 2019 quando con comunicati a caratteri cubitali a mezzo stampa, il comune di Caiazzo, attraverso il suo legale di fiducia avvocato Marotta, annunciava una “fantomatica” vittoria in appello che avrebbe consentito la permanenza a Caiazzo della stazione Carabinieri.

Seguiva immediatamente un comunicato del sottoscritto che precisava che non vi era stata nessuna vittoria e che si era trattata di una semplice udienza cosiddetta “sospensiva”, peraltro mai accolta, con la quale il Consiglio di Stato invitava Tar Campania a fissare sollecitamente l’udienza di merito.

L’avvocato Marotta, mai chiamato in causa dallo scrivente, replicava stizzito asserendo che il sottoscritto non aveva compreso il contenuto dell’ordinanza.

Ebbene: a distanza di qualche mese il Tar Campania, rigettando (dichiarandolo addirittura inammissibile) il ricorso del comune di Caiazzo difeso dall’avvocato.Marotta, ha messo un pietra tombale, almeno per i prossimi dodici anni, sul la vicenda caserma Carabinieri.

I cittadini di Caiazzo ci hanno rimesso due volte.

La prima perdendo una istituzione che era presente nella città di Caiazzo da oltre 150 anni, la seconda rimettendoci oltre 10.000 euro di spese legali e ciò nonostante ho più volte, sommessamente e umilmente, avevo consigliato di non intraprendere ricorsi giudiziari poiché gli esiti erano più che scontati.

Alla luce di quanto accaduto, evidentemente non sono io quello che non aveva ben inteso l’ordinanza del Consiglio di Stato.

Ovviamente la responsabilità di tutta l’intera vicenda è attribuibile esclusivamente alla incapacità amministrativa del sindaco Giaquinto che non ha saputo in vent’anni mettere in campo un serio e valido progetto  per la realizzazione di quella che sarebbe dovuta essere la nuova caserma dei carabinieri di Caiazzo.

(Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

[smiling_video id=”107087″]


[/smiling_video]

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati