Napoli – Prevenzione dei carabinieri nella provincia con l’operazione “Alto Impatto”

NAPOLI – A Casoria, durante un servizio ad “Alto Impatto” disposto dal comando provinciale di Napoli, nella serata di venerdì, 22 novembre 2019, i Carabinieri hanno scoperto un 35enne di Afragola, già noto alle forze dell’ordine e ritenuto vicino alla criminalità locale, in possesso di una pistola carica. i militari stavano svolgendo un normale posto di controllo quando hanno notato una utilitaria che procedeva verso di loro in modo incerto, inoltre osservando gli occupanti hanno notato un movimento sospetto del passeggero.

Hanno fermato l’auto e i due uomini si sono innervositi. I militari hanno perquisito l’auto e trovato, gettata sul tappetino del passeggero, una pistola semiautomatica con 10 cartucce di cui una in canna. I 2, entrambi afragolesi, sono stati arrestati per detenzione illegale di arma da fuoco e ricettazione poiché l’arma è risultata esser stata rubata in provincia di Benevento. adesso sono in carcere. Durante i controlli è stato inoltre denunciato un 27enne del luogo per guida senza patente con recidiva: era già stato beccato in altre 6 occasioni tra il 2012 e il 2019. l’auto è stata sequestrata. I militari hanno identificato 242 persone e controllato più di 160 veicoli elevando sanzioni per 25mila euro.

I carabinieri della compagnia di Casoria e del reggimento Campania hanno saturato le aree nevralgiche del comune a nord di Napoli, i colleghi della compagnia di Castellammare di Stabia invece quelle del comune stabiese scoprendo un gruppo di minori che aveva messo in piedi una squadra di spaccio. li hanno beccati in via fontanelle grazie a un servizio di osservazione.

Un 16enne di torre annunziata, un 17enne e due 15enni di Castellammare avevano ognuno un compito: la cessione, il ritiro del denaro, il “palo” e l’approvvigionamento. uno di loro, l’addetto al rifornimento appunto, aveva nascosto in una casa in ristrutturazione un borsone con 560 grammi di marijuana, 3 bilancini, materiale per il confezionamento e un passamontagna. Erano tutti incensurati. Il 16enne è stato arrestato per spaccio e accompagnato nel centro prima accoglienza per minori dei Colli Aminei, gli altri ragazzi sono stati denunciati.

Nel rione “Moscarella” di Castellammare infine, i Carabinieri hanno rinvenuto, sotterrati in un’area comune delle palazzine di edilizia popolare, 2 pistole semiautomatiche con matricole abrase e colpi nel caricatore e una semiautomatica con matricola abrasa, inoltre 59 cartucce sfuse, 2 dosi di marijuana, un bilancino e 150 bustine.

L’articolo Napoli – Prevenzione dei carabinieri nella provincia con l’operazione “Alto Impatto” proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
[smiling_video id=”106370″]


[/smiling_video]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: