‘Pastrocchio’ PD-5 Stelle: incredule ‘le basi’, protestano sui social e rinfacciano: come si dimenticano certe avversioni?

Si registra enorme sconcerto per le “prove di inciucio” fra 5 Stelle e PD. a quanto si legge favorite dal presidente “arbitro imparziale” che, dopo aver esternato la perentorietà di definire, al termine delle consultazioni, se erano emerse le condizioni per un’intesa alternativa oppure era necessario tornare al più presto alle urne, ha prima concesso alcune ore e poi quasi una settimana per tentare un accordo evidentemente ipotizzato ma non formalizzato, anche da parte di chi pochi mesi addietro aveva minacciato il suo “impeachement”.

Fuor di metafora, in particolare da parte del leader 5 Stelle, Luigi Di Maio, che -come del resto Renzi, ritenuto vero capo del PD- finora aveva sempre esternato avversione viscerale per gli antagonisti, oggi potenziali alleati di un governo evidentemente nato non “per” ma “contro” terzi.

Increduli in particolar modo tanti “grillini” pronti a mollare il movimento, non potendo dimenticare quanto aspramente contestato proprio da Di Maio al partito tristemente assurto al disonore delle cronache, di recente, per i gravissimi fatti di Bibbiano, sebbene sugli stessi sia “calato il velo” di vari media.

Cliccare sulla foto per accedere a uno dei tanti video con i quali Di Maio ha contestato aspramente i post comunisti.

(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

 

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati