Castel Campagnano. Grande apprensione per la festa patronale di S.Maria ad Nives

Entrano nel vivo i sentiti festeggiamenti in onore della venerata patrona e protettrice di Castel Campagnano, Santa Maria ad Nives, popolarmente conosciuta come Madonna della Neve, festeggiata dalla chiesa il 5 agosto, giorno in cui, secondo antica tradizione, nel quarto secolo dopo Cristo, una straordinaria nevicata ricoprì il tempio romano dedicato a tale vergine, come in calce illustrato più dettagliatamente.

Il clou dei festeggiamenti liturgici è imperniato sulla solenne funzione ecclesiastica presieduta dal parroco don Massimiliano Giannico e forse ancor più sulla successiva processione per le vie del paese della venerata effigie, per partecipare alla quale, nel rispetto di un’antica tradizione, molti emigranti tornano espressamente nel paese natio, mentre nei giorni antecedenti diverse funzioni si sono succedute anche per rimarcare il triduo.

Terranno banco nel week end invece i festeggiamenti civili che prevedono sabato sera una tappa della selezione ufficiale di “Mister e Miss Campania” e domenica sera il concerto di Tony Tammaro.

Per la precisione, come si evince dal programma, la quindicesima Tappa dell’ultima selezione del concorso di bellezza più ambito: LA BELLISSIMA D’ITALIA MISS CAMPANIA; IL BELLISSIMO D’ITALIA MISTER CAMPANIA, selezione abbinata alla presentazione di tutte le finaliste e finalisti con scouting fotografici, video e premiazioni, si terra sabato 3 agosto sotto le stelle della piazza Domenico Cutugno in Castel Campagnano (Caserta).

Per informazioni e contatti è possibile telefonare al numero 328 054 5166

Ospite della serata la bellissima cantante junior Rai-Mediaset Anike Torone, Miss Campania Mascotte 2018, che delizierà tutti con la sua stupenda voce: un motivo in più per non mancare.

Domenica 4 agosto, invece, dalle ore 22, in piazza Cotugno, grande concerto di Tony Tammaro,

I festeggiamenti si concluderanno con il tradizionale sparo dei fuochi pirotecnici.

 

Di seguito alcuni cenni storici su S. Maria ad Nives 

Come ricordano testi ecclesiastici, secondo la tradizione (non confermata da alcun documento), nel IV secolo, sotto il pontificato di papa Liberio, un nobile patrizio romano di nome Giovanni e sua moglie, non avendo avuto figli, decisero di offrire i propri beni per la costruzione di una chiesa dedicata alla Vergine.

Avendo apprezzato il loro desiderio,la Madonna apparve in sogno ai coniugi nella notte fra il 4 e il 5 agosto, indicando loro con precisione il luogo, cioè la sommità del colle “Esquilino”, dove voleva che sorgesse la chiesa.

La mattina seguente i coniugi romani si recarono dal papa per raccontare il sogno fatto, apprendendo con stupore che anche il pontefice aveva fatto lo stesso sogno, dopo di che si recarono insieme sul posto indicato che, in piena estate, fu trovato coperto di neve.

Il pontefice tracciò il perimetro della nuova chiesa seguendo la superficie del terreno innevato.

Lì fu costruito l’edificio a spese a spese dei nobili coniugi.

L’antica chiesa fu abbattuta al tempo di Sisto III che, in ricordo del Concilio di Efeso, durante il quale si era decretata la Maternità Divina di Maria, volle edificare a Roma una basilica più grande in onore della Vergine.

Qualche decennio dopo, le fu dato il titolo di Basilica di S. Maria Maggiore, per indicare la sua prevalenza su tutte le chiese dedicate alla Madonna.

(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: