CASERTA. All’Università Vanvitelli dibattito e punto della situazione sullo sfruttamento della manodopera straniera

CASERTA. All'Università Vanvitelli dibattito e punto della situazione sullo sfruttamento della manodopera straniera

CASERTA (di Rosanna Pane) – Presso l’Università degli studi Luigi VanvitelliDipartimento di Scienze Politiche Jean Monnet – si è tenuta la tavola rotonda “Presidio 3.0”, organizzata dalla Caritas di Caserta. L’oggetto di dibattito è stato lo sfruttamento dei lavoratori stranieri, nel settore agricolo, in Campania.

Si è partiti dai dati reali diffusi dal C.R.E.A. (Consiglio per la ricerca in agricoltura e analisi dell’economia agraria) che sono i seguenti: gli stranieri a lavoro di campi di tutta la regione sono 10.872 di cui 6.782 extra comunitari e 4mila dei Paesi UE. A Salerno e provincia sono impiegati quasi il 47%, mentre nel casertano il 30% (nel settore ortofrutticolo e bufalino), a seguire Napoli e provincia con il 13% ed Avellino e Benevento.

Già da cinque anni la Caritas porta avanti il progetto Presidio, finanziato dalla Conferenza episcopale italiana ed attivo anche in Sicilia, Puglia, Basilicata, Calabria, Lazio, Piemonte, oltre che in Campania. Il progetto offre servizi di primaria e secondaria assistenza a tutti i lavoratori stranieri, assistenza amministrativa e legale, sanitaria ed informativa, quest’ultima con sportelli itineranti e fissi.

L’articolo CASERTA. All’Università Vanvitelli dibattito e punto della situazione sullo sfruttamento della manodopera straniera proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)