Caiazzo. Corpus Domini, ‘infiorata’: alla processione niente illuminazione senza raccomandazione?

ququaraqua-21-615x410 totò-quacquaraqua-12-615x410

Delle due l’una: o al Comune sono ridotti talmente male da non avere neanche i soldi per acquistare una lampada per la pubblica illuminazione, oppure è proprio così, cioè senza raccomandazione neanche una lampadina fulminata ci cambiano?

E’ questa l’amara conclusione alla quale siamo giunti dopo aver supplicato per tanto tempo i vari preposti e poi dei politicanti comunali per far cambiare in Via Laura De Simone una lampada della pubblica illuminazione spenta da tempo immemore.

Essendo ormai prossima la Processione del Corpus Domini e viste vane tutte le promesse dei vari Ciarlatani, avendo incontrato per strada l’addetto comunale, profumatamente pagato coi nostri soldi in base a un appalto forse eterno, una di noi si è permessa di supplicarlo perché venisse a cambiare (o forse solo ad avvitare) la lampada della discordia, ma non c’è stato verso perché, quando proprio non aveva cos’altro inventarsi, questo soggetto se ne è uscito dicendo che se poi succedeva una disgrazia la colpa sarebbe stata sua.

Come se non rientrasse nella sua sfera di responsabilità quella relativa al suo lavoro, che proprio in quello consiste?

Possibile che dobbiamo mettere noi qualche lampadina attaccata al nostro contatore, quelle poi non sono pericolose?

Vorrei fare appello allora a chiunque volesse “mettere una buona parola” per fare aggiustare il lampione prima che ci passi la Processione, altrimenti mi sapete dire con che faccia ci andate, magari mettendovi pure in bella evidenza?

Desidero esprimere il mio sconcerto, a nome di tantissime persone residenti in via Laura De Simone, cioè nel cuore del centro storico caiatino, per una situazione che mai avrei potuto immaginare ma purtroppo è tutta verità.

Quando la processione passerà, non solo dalle nostre parti, voi che la seguirete, ogni tanto guardate pure i lampioni, così vi renderete conto anche voi se, come diceva Totò, abbiamo a che fare con uomini, galantuomini o “quaquaraquà”.

Cliccare sulle foto per accedere ai rispettivi video

(Lettera Aperta – Archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)