Caiazzo. Guerra fra supermercati: estate rovente e autunno dirompente per politici e funzionari comunali?

É ormai iniziato il conto alla rovescia per il primo step di quello prospettato come periodo particolarmente rovente per il Comune di Caiazzo e in particolare per alcuni politici e funzionari già alle prese con grossi problemi conseguenti alla richiesta, da parte del gruppo consiliare di minoranza, di adottare ogni provvedimento necessario per evitare ogni possibile danno per la collettività in seguito alla sentenza con la quale il Consiglio di Stato, estremo grado di giudizio amministrativo, ha ribadito la destinazione agricola semplice del suolo sul quale insiste il complesso immobiliare che ospita l’iperstore Decò.

Destinazione che, giusta legge, resta tale anche in caso di condono edilizio sicché, ragionevolmente, non poteva essere rilasciata alcuna diversa autorizzazione commerciale che, per conseguenza, in presenza di una circostanziata, espressa  richiesta di esponenti istituzionali, ora andrebbe revocata senza esitazioni.

Salvo ad aspettarsi clamorose richieste di risarcimento danni dalle parti danneggiate, la prima delle quali, secondo indiscrezioni, a stretto giro dovrebbe essere depositata al protocollo comunale.

Prima richiesta di risarcimento perché – per come nel corso degli anni si sono sviluppati i fatti – è immaginabile che prima o poi ambo le parti in causa passino all’incasso per rivendicare dal comune, cioè dalla collettività, i danni subiti.

Intanto fra meno di un mese tornerà a occuparsi della controversia penale il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, al quale si sono rivolti gli amministratori del concorrente Despar (Golden Market) per contestare l’archiviazione di una denuncia che pertanto ora vede indagati, nelle rispettive qualità, i dipendenti comunali Grasso Giuseppe e Mastroianni Renzo; lo stesso sindaco Stefano Giaquinto nonché la responsabile del supermercato del quale s’invocava la chiusura, mentre parte offesa risulta la responsabile del supermercato concorrente, che ha intentato anche tale vertenza penale.

La Camera di Consiglio, nel corso della quale dovrebbe essere affrontata la delicata controversia, infatti, è fissata per le ore 9.30 di venerdì 5 luglio, data in cui, a quanto pare, verrebbe rimessa in discussione perfino una perizia richiesta dal medesimo tribunale.

Non è tutto perché ancora una volta i giudici dovranno pronunciarsi sulla contestata legittimità del condono edilizio rilasciato nei mesi scorsi dallo stesso tecnico comunale, cui è conseguita la nuova autorizzazione commerciale, del pari controversa, subito dopo rilasciata dall’altro, citato funzionario comunale, già indagato per la precedente controversia.

Una questione delicatissima, quindi, che rendiamo nota nel mero diritto-dovere informativo e con beneficio di verifica, essendo tale la spinosità della controversia che pare anche alcuni avvocati siano stati sostituiti in corso di giudizio.

L’unica certezza che sembra trasparire dall’intera vicenda è che prima o poi entrambi i responsabili dei supermercati passeranno all’incasso, rivendicando dal Comune danni l’entità dei quali potrebbe rappresentare la stoccata letale per l’ente locale caiatino, a quanto è dato sapere già versante in serissime difficoltà finanziarie; chi vivrà… vedrà!

(Nella foto gestori e politici alla festa inaugurale: news archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Benvenuto su TeleradioNews ♥ Mai spam o pubblicità molesta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi