Caiazzo. Trasporti pubblici locali carenti: riuscito ‘focus’ propositivo del ‘Meetup’ a 5 Stelle

Domenica 7 aprile, presso il Centro Socio Culturale “Franco De Simone”, in Caiazzo, si è tenuto un pubblico dibattito sul tema “Dai trasporti locali all’intermodalità” al quale hanno partecipato la Portavoce M5S alla Camera Margherita Del Sesto, in qualità di coordinatrice; il Portavoce M5S al Senato Agostino Santillo e il Portavoce M5S al Parlamento Europeo Piernicola Pedicini, con l’intervento dei meetup di Caiazzo, Alife, Pietravairano e Piedimonte Matese.

La serata si è rivelata di grande interesse e di enorme rilevanza per Caiazzo e altri paesi dell’alto-casertano accomunati dalla drastica carenza nei trasporti locali e dall’assenza di collegamento con le direttrici principali del traffico, regionale e nazionale.

Il territorio caiatino, ricco di storia, di cultura e dalle enormi potenzialità, gode di una posizione geografica strategica e rappresenta una sorta di incrocio obbligato per quanti, da Capua e Caserta, si dirigono verso Benevento ed Alife, ma è fortemente penalizzato dallo scarso o peggio inesistente collegamento ferro-tranviario.

Tale precarietà che caratterizza quasi tutti i piccoli Comuni campani e, in generale, tutto il Sud Italia, determina una forte penalizzazione del territorio, impedendo crescita economica e sviluppo, e favorendo, al contrario, spopolamento e disoccupazione.

Molte le questioni affrontate nel corso del dibattito, che ha puntato a mettere in luce le enormi criticità nel trasporto urbano, locale e regionale, ed avanzare proposte concrete di potenziamento della rete dei collegamenti che, per alcuni Comuni, sono quasi inesistenti.

La rete stradale povera è ancor più penalizzata dalla scarsa integrazione tra i diversi tipi di infrastrutture e trasporti.

Gli interventi dei rappresentanti dei vari meetup hanno contribuito a mettere in luce le problematiche dei vari territori, accomunati da difficoltà enormi nello spostamento da e verso Napoli e lungo le direttrici Caserta-Benevento.

La ferrovia ex “Alifana” rappresenta per il territorio l’unico nodo di collegamento verso Napoli ma versa in una situazione di forte difficoltà, con macchine vecchie e lentissime, poche corse e carenza di personale; pochi sono anche i collegamenti con Napoli e Caserta tramite bus.

La situazione diventa ancor più preoccupante se si considera il collegamento tra i vari comuni dell’alto-casertano e le frazioni, completamente isolate.

In particolare il portavoce M5S al Senato Agostino Santillo ha sottolineato alcuni risultati “strategici”, ottenuti grazie all’attenzione di chi, come lui, conosce criticità e potenzialità del territorio: il potenziamento delle corse sulle direttrici Napoli-Caserta-Bari (con due cose in più su Caserta) e Napoli-Roma (con due corse su Napoli Afragola), mentre Piernicola Pedicini, portavoce M5S al Parlamento Europeo, ha messo in evidenza l’importanza dell’intermodalità.

Nel corso della pubblica assemblea è stato fra l’altro deciso che a breve sarà istituito un tavolo di lavoro per affrontare tutte le problematiche evidenziate.

(Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: