Caiazzo e Dintorni sugli scudi a ‘Linea Verde’ RAI col meglio della gastronomia territoriale

Ha riservato grande attenzione e interesse per il comprensorio caiatino-matesino la Rai nella puntata di “Linea Verde” trasmessa domenica 3 marzo, come egregiamente si evince da una nota dell’agenzia giornalistica “Opinione” e da vari post sulla pagina dedicata su facebook, di seguito riportati pressoché testualmente: 

Linea verde – Natura e storia: Matese da scoprire 

Domenica 3 marzo il viaggio di Linea Verde in un territorio tutto da scoprire: il Matese, tra le splendide cime innevate e le morbide colline del parco che, dal 2018, è stato riconosciuto come parco nazionale, in via di costituzione.

Daniela Ferolla e Federico Quaranta con Peppone Calabrese tra scenari mozzafiato e prodotti della tradizione, con particolare attenzione al versante campano del parco, nelle province di Caserta e Benevento.

La puntata è iniziata ai piedi dei monti Miletto e Gallinola, nelle pure acque del Lago del Matese.

Sull’altipiano alcune famiglie conservano con tenacia le loro tradizioni di allevamento ovino e trasformazione del latte, anche in queste settimane in cui l’inverno rende molto difficile il lavoro.

Ma si tratta di una zona di che, oltre alle bellezze naturali, ha una storia molto lunga che inizia già coi Sanniti, ed è sempre caratterizzata da presenze mitiche.

Tra questi monti passò l’esercito cartaginese guidato da Annibale, in questi boschi cercarono rifugio briganti e rivoluzionari di ogni epoca.

Ma questo territorio, nel Medioevo, era rinomato anche per le streghe, dette anche “janare” come la famosa Erbanina, il cui spirito ancora aleggia nel castello di Gioia Sannitica.

Molti i prodotti di qualità che stanno ottenendo riconoscimenti sempre più convinti, come la cipolla e il fagiolo di Alife e il tartufo nero del Matese o il vitigno Pallagrello, ma anche le eccellenze nell’artigianato come la ceramica di Cerreto Sannita, il cui borgo storico, interamente ricostruito agli inizi del XVIII secolo, aspira a essere riconosciuto come patrimonio Unesco.

Nel segno della tradizione anche le esperienze più innovative, come la pizza di Franco Pepe a Caiazzo, che dalla provincia casertana ha ottenuto consensi in tutto il mondo.

Di seguito alcune testimonianze dei diretti interessati
Domenica #3marzo il viaggio di Linea Verde – RaiUno in un territorio tutto da scoprire: il #Matese, tra le splendide cime innevate e le morbide colline del parco che, dal 2018, è stato riconosciuto come parco nazionale, in via di costituzione.
Daniela Ferolla Official e @Federico Quaranta con Peppone Calabrese ci accompagneranno tra scenari mozzafiato e prodotti della tradizione, con particolare attenzione al versante campano del parco, nelle province di #Caserta e #Benevento.
La puntata inizierà ai piedi dei monti #Miletto e #Gallinola, nelle pure acque del Lago del Matese.
Sull’altipiano alcune famiglie conservano con tenacia le loro tradizioni di allevamento ovino e trasformazione del latte, anche in queste settimane in cui l’inverno rende molto difficile il lavoro.
Ma si tratta di una zona di che, oltre alle bellezze naturali, ha una storia molto lunga che inizia già coi Sanniti, ed è sempre caratterizzata da presenze mitiche.
Tra questi monti passò l’esercito cartaginese guidato da Annibale, in questi boschi cercarono rifugio briganti e rivoluzionari di ogni epoca.
Ma questo territorio, nel Medioevo, era rinomato anche per le streghe, dette anche “janare”… come la famosa Erbanina, il cui spirito ancora aleggia nel castello di Gioia Sannitica.
Molti i prodotti di qualità che stanno ottenendo riconoscimenti sempre più convinti, come la cipolla e il fagiolo di Alife e il tartufo nero del Matese o il vitigno Pallagrello, ma anche le eccellenze nell’artigianato come la ceramica di Cerreto Sannita, il cui borgo storico, interamente ricostruito agli inizi del XVIII secolo, aspira a essere riconosciuto come
patrimonio Unesco.
Nel segno della tradizione anche le esperienze più innovative, come la pizza di Franco Pepe a #Caiazzo, che dalla provincia casertana ha ottenuto consensi in tutto il mondo.
Gran finale nel suggestivo castello ducale di Faicchio, dove si svolgerà la tradizionale “disfida” tra le signore del luogo per i migliori cavatelli con sugo di castrato, tipico piatto della festa!

Gran finale nel #Matese con un brindisi alla terra campana ricca di cuore e generosità!

Prima dei suggerimenti letterari di Andrea Caterini, Daniela Ferolla Official, Federico Quaranta e Peppone Calabrese vi salutano e vi danno appuntamento a nuovi avventurosi viaggi, sabato e domenica prossimi, sempre con Linea Verde – RaiUno!

Non si può scendere ai piedi del #Matese senza fermarsi da Franco Pepe… come al solito Peppone Calabrese è chiamato a fare il “controllo qualità” assaggiando quella che definisce “la pizza più buona del mondo”. Peppone, non ti stanchi mai di fare controlli qualità, vero?

Pecorelle nel #Matese; qui si privilegia la salvaguardia della biodiversità sostenendo e promuovendo le razze autoctone… :

Cerreto Sannita, città conosciuta per il pregio dell’arte ceramica e per la maestria dei suoi artigiani: guardate Piero com’è bravo mentre lavora con perizia e delicatezza la materia che nella sue mani assume le forme della tradizione!

Nel Castello di Faicchio, definito anche come una miniatura del Maschio Angioino, si inscenano spesso azioni ed eventi del mondo antico. In questo momento possiamo infatti assistere ad una competizione per la migliore preparazione dei cavatelli anche detti “trascinati” in altre regioni, perché mentre si trascinano sulla tavoletta, vengono incavati con le dita. per l’aspetto e per la callosità più adatta al tipo di sugo della tradizione, lo chef decreta la vittoria della signora Imma!

Natura e storia: Matese da scoprire, una puntata a dir poco “STRAORDINARIA”!

Grazie a tutta la grande e meravigliosa Famiglia RAI di Linea Verde per aver ancora una volta “raccontato” la nostra unica Campania Felix, la nostra Terra Felix nella maniera piu’ genuina e trasparente.

Grazie Daniela Ferolla (Come sempre bella nella sua elegante conduzione, una gran signora!), Federico Quaranta (Il tuo appunto sul tema dei luoghi comuni e dei pregiudizi è stato straordinario, GRAZIE!), Peppone Calabrese (Ci siamo innamorati della tua “spontaneità” ed allegria che trasmetti), Paolo Spirito (Non ho parole, unico!), Daniele Carminati (Una regia spettacolare!), Yari Selvetella (Applausi, standing ovation!), Massimo Marcuccetti Fazzi (Qui è  casa tua, ti abbiamo adottato!), Ciro e tutti tutti gli altri: siete stati FANTASTICI!

Grazie Grazie Grazie a tutti i protagonisti della puntata, le donne e gli uomini che hanno rappresentato attraverso le loro scelte di vita, il loro fare, il loro “zappare” con dignità, tutti noi campani, tutti noi italiani alla grande!

Questa è la verità che ci piace vedere in TV, questo è l’esempio di una informazione seria, questa è la Campania che tutto il mondo deve conoscere! ( Manuel Lombardi )

Cliccare su una delle foto per video del servizio RAI

(Fonti & Aggiornamenti: http://www.agenziagiornalisticaopinione.it/from-the-web/rivedi-replay-replica-linea-verde-natura-e-storia-rai-1-nella-puntata-del-3-marzo-2019-un-itinerario-nel-matese-tra-le-splendide-cime-innevate-e-le-morbide-colline-del-parco/ * Facebook Linea Verde – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

[smiling_video id=”99854″]


[/smiling_video]

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati