Monte Carmignano: Caiazzo non dimentica l’eccidio: due giorni di eventi in memoria delle vittime

Venerdì 12 e sabato 13 ottobre: incontro-dibattito, presentazione saggio e commemorazioni civili e religiose per non dimenticare l’eccidio di Monte Carmignano.

Sono trascorsi 75 anni da quel terribile evento e Caiazzo dedica all’anniversario una due giorni.

Si parte venerdì 12 ottobre alle ore 17:30 presso il Piccolo Teatro Jovinelli di Palazzo Mazziotti dove si terrà l’incontro-dibattito “L’Italia, la Germania e il futuro dell’Europa”.

Un convegno che vuole far riflettere sul percorso storico che questi due paesi hanno intrapreso dopo la guerra e sulle prospettive future per l’Europa. “Insieme per costruire il futuro scolpito sulla stele donataci dalla città di Ochtendung è un continuo richiamo alle nostre coscienze di uomini – dichiara il sindaco di Caiazzo Stefano Giaquintoaffinché la memoria di quei fatti possa essere un monito per proseguire insieme un cammino di pace e solidarietà di cui le nostre due comunità sono da oltre vent’anni testimoni”.

Ida Sorbo, Presidente del Consiglio con delega alla Cultura e al Gemellaggio aggiunge: “Questo convegno nasce dalla riflessione che i destini di Italia e Germania sono legati indissolubilmente all’Europa e non possono esimersi dall’avvalorarla, difendendone le conquiste di pace e rilanciandone le promesse di sicurezza, prosperità, democrazia e giustizia sociale”.

Nel corso del dibattito, moderato dal dirigente scolastico e giornalista Diamante Marotta, sarà  presentato il saggio “Tra memoria e oblio, l’Eccidio di Caiazzo” a cura di Nicola Sorbo (nella foto qui accanto).

A quasi 25 anni dai processi di Santa Maria Capua Vetere Sorbo torna ad affrontare l’annoso tema del conflitto tra le ragioni del diritto e il sentimento di giustizia: “I processi di quegli anni hanno seguito lo stesso impianto giuridico: l’eccidio di Caiazzo non sarebbe stato un crimine di guerra, ma un delitto comune che nulla aveva a che fare con la guerra”.

Nel suo lavoro, oggi Sorbo contesta quella visione e ne spiega le ragioni, illustrando i progressi che la ricerca storica ha compiuto negli ultimi anni sull’occupazione nazista del nostro Paese.

La commemorazione proseguirà sabato 13 ottobre, alle ore 10, presso il cimitero comunale .con la deposizione di una corona d’alloro presso il sacrario delle vittime di Monte Carmignano e alle ore 15:30 presso la chiesa Maria SS. del Soccorso, dove sarà celebrata la Santa Messa e deposta una corona d’alloro presso il luogo dell’Eccidio.

Cliccare su una delle foto per scaricare la locandina con il programma dettagliato dei due giorni

(Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Benvenuto su TeleradioNews ♥ Mai spam o pubblicità molesta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.