Caiazzo. SS.Giovanni e Paolo: il terzo mondo è qui: acqua sprecata, strade rovinate e… amianto ‘dormiente’

In queste condizioni è ridotto il tratto della strada provinciale Caiazzo-Castel Campagnano nella zona fra  SS. Giovanni e Paolo e la località Baraccone, completamente rovinato dall’acqua che, ovviamente, erode il manto asfaltato prima di sprecarsi per le campagne, peraltro rovinando il raccolto e rendendole campi acquitrinosi!
Ormai sono oltre venti giorni che dalle copiosissime perdite della rete idrica comunale si spreca acqua potabile (che alla fine paghiamo tutti), nonostante le segnalazioni, anche con telefonate all’ufficio tecnico comunale: incredibile ma vero, ad oggi non sono stati presi provvedimenti!
Lo spreco del prezioso liquido, per conseguenza carente altrove, è talmente grave che, come in parte si vede dalle foto, va a finire nei terreni di un frontista, ormai trasformati in un parco fangoso, ideale richiamo e ricettacolo per cinghiali!
Dopo aver segnalato il grave problema tramite Facebook il 27 luglio scorso, l’assessore “competente” si impegnò (con un apposito commento) a riferire la situazione al responsabile comunale del settore, ma… ad oggi… il nulla!
Venerdì 3 agosto mi sono recato espressamente presso l’ufficio tecnico comunale dove mi è stato riferito che erano troppo impegnati e pertanto dovevo tornare lunedì 6 agosto per rifare la segnalazione altrimenti, da venerdì a lunedì, se ne sarebbero dimenticati!
Mi viene da pensare che fossero troppo impegnati per altre cose “molto più importanti“: siete d’accordo, vero?!
Vorrei sperare che i nuovi incarichi a numerosi dipendenti, di cui pure credo che dovremo parlare perché costano tanto alla comunità contribuente, possano dare una spinta a certi meccanismi inceppati ma, ovviamente, tutto è rimandato a settembre cioè… dopo le meritate ferie!
Se è molto serio il problema dello spreco idrico, che danneggia gravemente la strada provinciale e gli stessi fondi rurali, purtroppo, da qualche tempo a SS. Giovanni e Paolo vengono dimenticate altre problematiche e perfino la pulizia delle erbacce: indovinate chi ha la delega?
Figurarsi se una “banda” così (male) organizzata poteva occuparsi di far rimuovere tempestivamente il grande cumulo di eternit, cioè di amianto, sversato da ignoti anche su fondo comunale, come io stesso ho segnalato da diversi giorni.
I privati hanno provveduto immediatamente, a loro spese, a far rimuovere quello riversato nei loro fondi, ma quello che compete al Comune ancora lì giace, danneggiando non solo la salute dei residenti e di chi, ignaro, si trova di passaggio, ma anche i prodotti dei campi, che possono finire sulle tavole di tutti: poiché prima o poi si deve rimuovere (e agare) vi sembra cosciente tutto questo?

Grazie per l’attenzione e… a presto con altre segnalazioni: se il buongiorno si vede dal mattino… buonanotte!

Mauro Della Rocca (Mauro Della RoccaConsigliere comunale – Lettera Aperta – Archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)
  

Benvenuto su TeleradioNews ♥ Mai spam o pubblicità molesta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.