Caiazzo. ‘Pepe in Grani’ confermata migliore pizzeria italiana: Onore al merito del ‘re’ Franco Pepe

Ora è ufficiale: “50 Top Pizza” riconferma “Pepe in Grani” quale miglior pizzeria d’Italia.

Per il secondo anno consecutivo la prima guida online alle migliori pizzerie del mondo incorona Franco Pepe e il suo team

Nella splendida cornice del Teatro Mercadante di Napoli è andato in scena l’latra sera l’ultimo atto dell’edizione 2018 di “50 Top Pizza“, la prima guida online italiana che presenta e promuove i migliori locali capaci di esaltare la grande arte della pizza.

Franco Pepe con i figli Stefano e Francesca

Come nel 2017, al primo posto si è classificato Pepe in Grani, il piccolo gioiello creato dal maestro pizzaiolo Franco Pepe e ricavato tra i caratteristici vicoli del centro storico di Caiazzo, piccolo paese di cinquemila abitanti in provincia di Caserta, a cui è stata riconosciuta la grande qualità espressa non solo dalla pizza e dalle nuove ricette, ma anche dal servizio, dall’accoglienza, dalla carta dei vini e delle birre, dall’arredamento e dai dettagli degli ambienti.

Ad annunciarlo, gli ideatori di 50 Top PizzaLuciano Pignataro, Barbara Guerra e Albert Sapere.

Quest’anno 50 Top Pizza è stato rinnovato nel look e nei contenuti: le pizzerie censite sono aumentate, passando da 500 a oltre 1.000, e sono stati assegnati i “forni”, da 1 a 5, indicatori che consentono una percezione immediata del valore dei locali in classifica.

Tra le ultime ‘creature’ di Pepe in Grani, apprezzata dal panel dei votanti, “Autenthica”, una pizzeria nella pizzeria, un ambiente intimo e raffinato dove poter interagire con gli ospiti, rendendo il fattore umano protagonista assoluto.

Un forno per una pizza, un banco di lavoro e un tavolo per massimo 8 ospiti, dove Franco, spesso affiancato da chef stellati, crea e racconta pizze contemporanee, ricette pensate soltanto per quella serata, con focus su impasto e condimento, spicchi mai preparati prima e che mai finiranno nel menù di Pepe in Grani.

Questo rapporto più diretto con il commensale, insieme all’integrazione con l’Alta Cucina, stanno conquistando anche gli ospiti stranieri, che considerano “Authentica” il massimo dell’espressione della pizza a livello mondiale, ritornano a Caiazzo con cadenza fissa, generando una cassa di risonanza che diffonde l’esperienza Pepe in Grani nel mondo.

Il successo di Pepe in Grani ha profonde radici nella storia della sua famiglia, panificatori da generazioni, ma ha uno sguardo ampio, che va oltre l’orizzonte della tradizione.

Oggi Il successo di Pepe in Grani nasce anche dai 42 ragazzi che animano il suo team: 37 a Caiazzo, più altri 5 in diverse parti del mondo.

Studio, attenzione, cura dei particolari, cordialità, amabilità e accoglienza di respiro internazionale fanno sì che ognuno di loro possa raccontare la pizza in tutte le sue molteplici sfaccettature: a partire dalle materie prime utilizzate, agli impasti, alle cotture, alle ricette, ai vini in abbinamento.

Proprio le materie prime sono uno dei fattori chiave del successo di Franco Pepe, sulle quali concentra una ricerca attenta e costante che, iniziata localmente con la valorizzazione di piccoli produttori d’eccellenza, si è estesa a livello nazionale, attraverso la collaborazione con grandi Consorzi.

Fondamentale per Franco è anche l’approfondimento della ricerca sulla nutrizione funzionale.

Dalla riflessione che, affiancato da esperti e studiosi, Pepe conduce da tempo sulla pizza quale sintesi perfetta della Dieta Mediterranea è nato il Menù Funzionale.

Il raggiungimento dell’equilibrio ottimale tra macronutrienti e fibre fa si che si sfati il percepito della pizza come strappo alla regola che ingrassa, e che la pizza possa essere considerata un ottimo piatto unico, da consumare anche 2 o 3 volte alla settimana.

Approfondimenti continui, stimolati anche dall’ascolto del cliente, hanno fatto ottenere a Franco Pepe riconoscimenti prestigiosi, tra gli ultimi: il titolo di Maestro d’arte e Mestieri, da parte dell’ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana con inserimento nel Libro d’Oro, e l’attestato di “Maestro Pizzaiolo che ha significativamente contribuito allo sviluppo della cultura gastronomica italiana” da parte della della Facoltà di Agraria dell’Università Federico II di Napoli.

È un’emozione forte, bellissima -ha dichiarato Franco Pepe a margine della premiazione- dedico questo riconoscimento a chi da sempre ha creduto in me, a chi ogni giorno mi accompagna e mi sostiene in quello che faccio, e soprattutto, ai giovani, che si apprestano ad affrontare un percorso fatto di tappe importanti ed essenziali: credete nelle vostre idee, nei vostri sogni, create, non imitate, bandite l’atteggiamento rinunciatario per ottenere qualcosa, informatevi e formatevi.

Siate curiosi, distinguetevi e seguite la vostra vocazione.

Credere fermamente e con passione in una vostra idea, non vi farà vincere, vi farà stravincere.

Come è successo a me oggi”!

Franco Pepe festeggerà in maniera speciale la vetta del podio di 50 Top Pizza: nella serata di mercoledì 25 luglio, con le sue creazioni, sarà tra i protagonisti della festa dedicata agli “Artisti dello Street Food” che, da 5 anni, la famiglia Cera del ristorante “Da Vittorio” (3 stelle Michelin) organizza a Brusaporto, in provincia di Bergamo, mentre giovedì sarà alla Filiale, la pizzeria da lui guidata in Albereta, in provincia di Brescia, con la famiglia Moretti.

(Comunicato Stampa WPA West Press Agency – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Benvenuto su TeleradioNews ♥ Mai spam o pubblicità molesta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.