Caiazzo. ‘Violenza di genere’: spettacolo-dibattito per la ‘Festa della Donna’ promosso dalla Pro Loco

Otto marzo: per far si che non sia la solita festa, l’associazione Pro Loco “Nino Marcuccio” con il patrocinio morale del comune di Caiazzo,organizza uno spettacolo-dibattito sulla violenza di genere intitolato “Chiamarlo amore non si può… volsi lo sguardo ove la tua luce splendea e l’iride mia, di te piena, morì…“.

 

Lo spettacolo teatrale, ideato e prodotto dal regista Domenico Rosetti, sarà messo in scena giovedì 8 marzo, a partire dalle ore 20, presso il Piccolo Teatro “Giuseppe Jovinelli”, retrostante il palazzo Mazziotti ubicato in via Umberto Primo.

Un tema forte e drammaticamente attuale, la cui iniziativa ambisce a costruire una presa di coscienza sulla violenza di genere.

Alla conclusione della rappresentazione teatrale seguirà un dibattito.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Caiazzo, Tommaso Sgueglia, e di Maria Grazia Fiore, presidente della Pro Loco (cittadina e provinciale), sono previsti, nell’ordine, gli interventi della dottoressa Ilaria Boccagna, psicologa responsabile della Casa Rifugio “Aurora”, e dell’avvocato Michelina Pirozzi, presidente dell’associazione “Ali e radici”, mentre la loro moderazione sarà curata al professor Giuseppe Pepe, dirigente della Pro Loco “Nino Marcuccio” di Caiazzo.

Come ben potrà evincersi anche dalla rappresentazione, quindi, la ricorrenza dell’8 marzo ha un significato ben diverso da quello che il consumismo moderno ha voluto imprimergli.

Giova precisare che, sebbene l’ingresso sia libero. la visione è consigliata ad un pubblico adulto.

(Giovanna Petruccelli – Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Benvenuto su TeleradioNews ♥ Mai spam o pubblicità molesta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.