Caiazzo. Gazebo in piazza del ‘Meetup 5 Stelle’ per recepire e discutere i problemi coi diretti interessati

Domenica 19 novembre, dalle ore 9, in piazza Porta Vetere sarà allestito un gazebo informativo per la presentazione del Meetup Caiazzo – Amici di Beppe Grillo.

In particolare si discuterà di parcheggi, zona a traffico limitato, parcheggi rosa e reddito di cittadinanza comunale, cioè delle numerose proposte del Meetup Caiazzo 5 Stelle, a quanto pare, non considerate dalla civica amministrazione.

 

Nel corso della manifestazione, che si protrarrà per l’inter mattinata domenicale, è previsto l’intervento, con un gazebo itinerante, di Pasquale Gueriero, portavoce del Movimento 5 Stelle in seno al consiglio comunale di Marcianise.  

É invece il portavoce del Meetup caiatino, Vincenzo Mastrocinque (nella foto qui accanto) a ragguagliarci sull’opportunità dell’iniziativa:

 

Corre l’obbligo di spiegare come è nata l’esigenza di aderire a questo movimento, come in noi, liberi cittadini, sia nata, improvvisamente, la voglia di lottare e combattere per cambiare questo nostro paese; potevamo stare a casa, essere spettatori disinteressati e vivere la vita con più tranquillità.

Amici se ci pensate un po’, questo l’abbiamo fatto per anni, abbiamo votato con fiducia, abbiamo lavorato con coscienza, abbiamo educato i nostri figli per farli crescere forti e pieni di ideali; quando ci siamo svegliati abbiamo trovato le amare sorprese.

Questi politici corrotti hanno distrutto due generazioni di giovani, i nostri figli non hanno più futuro, persone con tre laure costrette ad essere precarie a vita, stipendi da 500 euro al mese, imposte al 70% per quei pochi che le pagano, figuriamoci oggi chi può pensare di metter su famiglia ed avere dei figli: tutto è incerto e senza futuro.

Hanno distrutto la sanità, il sistema pensionistico, hanno creato gli esodati; tramite Equitalia si sono presi gli immobili e la vita delle persone, infatti molti imprenditori si sono suicidati.

La corruzione regna sovrana e vale 180 miliardi l’anno, il sommerso vale 230 miliardi mentre i loro stipendi sono stati sempre aumentati, le nostre industrie hanno spostato il ramo produttivo in paesi dove le imposte sono solo del 10% e le agevolazioni infinite.

I pochi imprenditori rimasti riciclano gli utili nei paradisi fiscali e lasciano l’intero carico a noi che abbiamo le “ritenute alla fonte”.

Tutto questo ha distrutto la classe media e oggi in Italia ci sono sei milioni di cittadini in povertà assoluta e 9 milioni che vivono in perenne difficoltà economica, mentre i figli quarantenni vivono ancora con i genitori.

Non ancora contenti, si sono presi i risparmi di una vita per continuare a mantenere i loro privilegi, formando una casta e un sistema dove le lobby scrivono le leggi, le banche e i manager fanno da padroni.

Le ingiustizie sociali sono aumentate a dismisura e ci siamo ritrovati poveri fra i poveri.

La vera politica non esiste più, sono rimasti solo trafficanti di consenso e affaristi, determinando così un parlamento con il 60% tra indagati e condannati.

Vogliamo una politica diversa, più vicina ai cittadini, dove il popolo, tramite la piattaforma Rousseau, vota le proposte e i portavoce le trasformano in leggi condivise, due mandati per loro, poi a casa, così non si creano le connessioni per approfittare della cosa pubblica, onestà a tutti i livelli, difesa dell’ambiente, del territorio e economia circolare ecc.

POLITICA LOCALE

Domenica 19 novembre ci soffermeremo su: parcheggi del centro storico, stalli rosa, strisce blu e spostamento orario della ZTL.

In seguito allestiremo altri gazebo per spiegare una ventina di proposte da noi protocollate e mai prese in considerazione; di seguito una sintesi di quelle all’ordine del giorno 

STRISCE BLU (Protocollata il 14 agosto 2017 con numero 6981).

Le strisce blu, ovvero gli stalli a pagamento nel centro storico, possono rappresentare una sicura entrata per il Comune, però sono quanto di più odioso possa esserci per i cittadini residenti, i quali considerano quegli spazi di proprietà.

Infatti, tutto è stato costruito con i sacrifici dei loro padri, dei nonni ed erano abituati a fruirne gratuitamente, quando la politica non era così costosa e la corruzione non era a questi livelli, quando non esisteva la commistione tra pubblico e privato.

I cittadini si rifiutano di pagare e le evitano consapevolmente, creando così una città senza vita e i commercianti sono costretti a chiudere.

La colpa è dell’amministrazione locale che non è capace di comprendere le necessità del popolo.

Bisogna eliminarle, istituendo stalli a pagamento fuori dall’abitato.

PARCHEGGI

Abbiamo enormi difficoltà di parcheggio e noi residenti siamo costretti a fare chilometri per sistemare le nostre auto; questi disagi spingono i cittadini ad abbandonare il centro, che ogni anno si spopola sempre di più.

Abbiamo proposte per alleviare questi disagi, come quella di consentire di sostare nel “parcheggio mulipiani” a prezzo calmierato per i residenti nel centro: questo consentirebbe un migliore utilizzo dello stesso e maggiori entrate per le casse comunali; non ci hanno mai interpellati in merito.

ORARIO ZTL

Inoltre sarebbe utile spostare l’orario finale della ZTL alle 20,30 e forse nel periodo invernale abolirla completamente, consentendo ai commercianti qualche cliente in più. Nemmeno su questo siamo stati ascoltati e i commercianti sono sul piede di guerra.

STALLI ROSA (Proposta protocollata il 12 luglio 2017)

Abbiamo chiesto l’istituzione di stalli di sosta denominati ”parcheggi rosa”, riservati alle donne in stato di gravidanza o con prole neonatale al seguito.

Le mamme molto spesso si trovano ad affrontare difficoltà enormi, con passeggini e carrozzine con i figli piccoli, e non trovano parcheggio nelle vicinanze, quindi rinunciano a venire in centro per fare acquisti.

Dovremmo tutti essere consapevoli che questi stalli consentirebbero alle mamme di vivere con meno stress la loro maternità, trovando la comunità disponibile con possibilità di parcheggiare nei punti frequentati, dove le difficoltà aumentano.

Al momento non abbiamo ricevuto risposta.

Il resto lo illustreremo nel corso del pubblico incontro di domenica 19 novembre, che sarà il primo di un lunga serie, al quale siete tutti invitati anche perché contiamo molto sui vostri suggerimenti, le vostre idee e proposte, che intendiamo portare avanti nell’ottica di essere sempre più la vostra voce in ambito locale e nazionale, attraverso i nostri referenti.

(Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: