Caiazzo. Monte Carmignano, eccidio: tanto ‘fumo’ e poco ‘arrosto’ per la commemorazione

Neanche il programma, ad onor del vero, pare degno della ricorrenza, soprattutto in rapporto alle iniziative programmate qualche lustro addietro per commemorare degnamente l’eccidio di monte Carmignano nella ricorrenza del 13 ottobre (1943), che certo non si riducevano in qualche ora antimeridiana di un solo giorno e soprattutto prevedevano marce e funzioni liturgiche officiate nella zona del tragico evento.

Stavolta invece di liturgia non v’è traccia nel programma, ma certo trattasi di una mera dimenticanza se è vero che all’amministratore parrocchiale don Antonio Di Lorenzo è stato chiesto di celebrare una messa proprio al cimitero. 

Ciò che maggiormente sconcerta i lettori che lo hanno segnalato, però, a prescindere dalla presumibile indifferenza dei gemelli transrenani, totalmente ignorati nel programma ufficiale (nella foto qui accanto), è la condizione penosa in cui, anche a poche ore dalla ricorrenza, versa il tratto di strada (nella foto in alto) che adduce alle masserie presso le quali fu perpetrata la strage, dove è scomparsa perfino la tabella con il toponimo, fatta apporre anni addietro da qualcuno che, evidentemente, aveva a cuore la tragedia e le sue innocenti vittime al punto da indurre i passanti a recarsi per una meditazione sul luogo dell’eccidio che, peraltro, si diceva la civica amministrazione intendesse rilevare per poi trasformare in sacrario.

Distanza abissale dalla scarna realtà attuale, risultante dal programma ufficiale, di seguito riportato testualmente:

La Città di Caiazzo celebrerà la ricorrenza del 74° anniversario dell’Eccidio di Monte Camignano venerdì 13 Ottobre, con il seguente programma:

Ore 9.30: deposizione di una corona d’alloro sul Sacrario dei Martiri di Monte Carmignano presso il Cimitero di Caiazzo alla presenza delle autorità Diplomatiche, Religiose, Civili, Militari, delle Asssociazioni, delle rappresentanze scolastiche e dei cittadini.

Ore 10.00: raduno dei cittadini, delle Scuole e delle autorità presso Rione Garibaldi per raggiungere in corteo, scortati dalla Fanfara del 10° Reggimento Carabinieri Campania, il monumento dei Caduti, ove verrà deposta una corona d’alloro e consegnati gli attestati di merito agli studenti che hanno partecipato al concorso “Giornata della Memoria”.

Al termine della Cerimonia la Fanfara dei Carabinieri eseguirà brani della tradizione italiana.

Si invita la Cittadinanza a partecipare.

(Il sindaco Dott. Tommaso Sgueglia – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)

 

Benvenuto su TeleradioNews ♥ Mai spam o pubblicità molesta