Caiazzo. Via Umberto (centro storico)-via Caduti: trasloco quasi ‘incrociato’ di scuole superiori e polo sanitario?

Ha preso la proverbiale “palla al balzo” il sindaco Tommaso Sgueglia, non appena il suo ex vicario ed attuale antagonista Stefano Giaquinto (insieme nella foto qui accanto) ha divulgato la prima immagine (in basso) del nuovo edificio per le scuole superiori costruito (rectius: tuttora in fase di completamento) dall’amministrazione provinciale casertana in via Caduti sul Lavoro, cioè a valle delle scuole medie, per confermare la decisione di trasferire tutte le strutture caiatine dell’Asl presso l’attuale sede del Liceo “Covelli” (foto in alto), ubicata nello storico palazzo Egizi, cui si accede da via Umberto Primo, ma all’incrocio con via Aulo Attilio Caiatino, cioè nel cuore del centro antico:

 

“Appena sarà consegnato il nuovo edificio scolastico “Pietro Giannone” ex “Nicola Covelli” saranno trasferiti tutti gli uffici ed ambulatori della ASL di Caiazzo presso il Palazzo Egizi nel pieno centro storico”.

 

“Tutto ciò -ha chiosato il primo cittadino- contribuirà anche al rilancio delle attività commerciali”.

 

Peccato però che né lui né l’antagonista-predecessore si siano preoccupati di specificare quando effettivamente sarà fruibile il nuovo complesso scolastico ma, sembra inevitabilmente destinata a saltare l’originaria previsione, poi divenuta rassicurazione, della sua totale disponibilità per l’inizio del nuovo anno scolastico, cioè fra pochi giorni.

 

Se così fosse stato (cioè se ciò fosse stato sicuro), infatti, non si comprenderebbe cosa avrebbe potuto ostare all’avvio del trasferimento già durante l’estate, cioè dopo la chiusura del decorso anno scolastico, anticipando così di alcuni mesi il paventato rilancio delle attività commerciali, quasi tutte agonizzanti nonostante lo stoico impegno di pochi coraggiosi, mentre se i tempi fossero destinati a slittare ancora di qualche mese, considerati quelli necessari per il trasloco dell’intero polo sanitario e gli stessi rigori invernali, è immaginabile che ad occuparsi del tutto potrebbe essere la nuova amministrazione civica e magari proprio gli attuali avversari: chi vivrà vedrà…

(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)

Benvenuto su TeleradioNews ♥ Mai spam o pubblicità molesta