Caiazzo. Comune: Area ‘PIP’: Consiglio ‘flash’ per approvare le norme concessorie, ma ‘sub judice’!

Sono bastati pochi minuti, dopo però circa tre quarti d’ora trascorsi prima che si costituisse il numero legale,perché, in assenza dell’opposizione, la sola maggioranza approvasse all’unanimità e con urgenza il regolamento necessario per poter dare in concessione alle piccole imprese interessate i sei lotti di cui si compone il PIP, acronimo di Piano Insediamenti Produttivi, realizzato in via Ognissanti, cioè alle spalle del supermercato “Decò”, lungo la provinciale per Alvignano, dopo circa trent’anni da quando il compianto sindaco Giuseppe Cervo ebbe la lungimirante idea.

Sebbene abbia favorito la celerità dei lavori, però, l’assenza della minoranza potrebbe rivelarsi un grosso boomerang per il gruppo capeggiato dal sindaco Tommaso Sgueglia atteso che, oltre a disertare l’assise, gli antagonisti capeggiati dall’ex sindaco Stefano Giaquinto hanno formalmente contestato data e procedura seguita per la convocazione, esigendo peraltro, prima della votazione, la lettura di un documento con il quale hanno preannunciato il ricorso al prefetto per invocarne l’annullamento.

Il tutto per una serie di distinguo non solo sulla data stabilita per la seduta, ma anche sulla modalità adottata per la convocazione, secondo la minoranza decisamente illegittima ma pienamente conforme per la maggioranza che anzi, attraverso il presidente Raffaella Sibillo, il sindaco Tommaso Sgueglia e il suo vicario Antimo Cerreto, ha invocato invece un’azione corale, nell’interesse primario della cittadinanza e soprattutto dei giovani, per i quali, con l’arrivo di alcuni insediamenti produttivi, potrebbe finalmente aprirsi qualche spiraglio lavorativo.

La vera contesa fra i due gruppi, invero, riguarderebbe la preferenza per le imprese locali interessate alla concessione, invocata dalla minoranza ma non prevista dalla maggioranza, che già aveva portato in aula l’argomento il mese scorso, per poi accogliere l’istanza di un rinvio al fine di acquisire un parere legale su tale evenienza, che in seguito un legale interpellato “pro veritate” avrebbe decisamente escluso.

Resta quindi da vedere come effettivamente si muoverà la minoranza, che già altre volte ha paventato azioni eclatanti evidentemente finite nel dimenticatoio, tanto che gli antagonisti non sono sembrati affatto preoccupati dalle nuove “minacce” ma anzi a fine seduta, attraverso la presidente Sibillo, si sono dichiarati pienamente soddisfatti: chi vivrà… vedrà!

(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)

 

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Benvenuto su TeleradioNews ♥ Mai spam o pubblicità molesta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi