Limatola-S.Agata de’Goti. Mega discariche abusive sequestrate ai confini con Castel Campagnano: paura anche a Caiazzo

verona discarica abusiva guardia finanza

Una discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi e due automezzi pesanti per la gestione di rifiuti non autorizzata:

si tratta del sequestro eseguito dal Reparto operativo Aeronavale e del Gico del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza.

L’attività d’indagine, coordinata dai magistrati della Procura di Benevento, segue un primo importante ritrovamento, effettuato durante lo scorso Giugno a Sant’Agata dei Goti: una vasta area, di circa 18mila metri quadri, sottoposta a vincoli paesaggistici e ambientali, che risultava invece destinata alla gestione indiscriminata di una discarica di rifiuti speciali, anche pericolosi.

L’intervento dei finanzieri con il supporto dell’ARPAC e di militari della Tenenza di Montesarchio, permise di accertare la commissione di gravi violazioni alla normativa ambientale, fotografando l’interramento di migliaia di rifiuti di ogni genere, smaltiti illecitamente, grazie ad un copioso volume di documenti di trasporto falsi o alterati.

Nell’occasione, oltre all’arresto in flagranza di due soggetti, fu sottoposta a sequestro l’area, unitamente a 25 automezzi da lavoro. Lo sviluppo delle indagini, con il coinvolgimento del Gruppo di investigazione sulla Criminalità Organizzata del Nucleo di Polizia Tributaria di Napoli, ha consentito di acquisire ulteriori elementi investigativi atti a dimostrare il prosegui delle condotte illecite in materia di smaltimento rifiuti, perpetrato dallo stesso soggetto rappresentante della società esercente l’attività di trasporto, nonché di individuare ulteriori siti di stoccaggio di rifiuti potenzialmente pericolosi.

Successivi accertamenti effettuati dal militari del R.O.A.N. di Napoli, che per l’occasione si sono avvalsi della preziosa collaborazione dei Vigili del Fuoco, dell’ARPAC, delll ISPRA, nonché del centro di competenza regionale BENECON, davano certezze sulla materia rinvenuta: materiale di risulta proveniente dall’edilizia, anche recentemente sversati, oltre a fanghi verosimilmente provenienti dall’industria alimentare, precisamente dalla lavorazione di pomodori.

Si prosegue nelle indagini per fare luce su tutti gli aspetti relativi a responsabilità dell’attività illecita.

Un’altra discarica abusiva è stata sequestrata dal medesimo personale nel corso di un’altra operazione messa in atto nel territorio comunale di Sant’Agata dei Goti in una cava già precedentemente sottoposta a sequestro per analoghi motivi.

Ma si registra preoccupazione anche nel comprensorio di Caiazzo dove molti ricordano ancora il traffico notturno di rifiuti speciali, per quanto è dato sapere, trasportati nottetempo negli anni scors in in particolare nella zona di Pantaniello, sulla sponda opposta del fiume Volturno, dove già in passato sono stati attuati blitz e sequestri per analoghe ragioni e si sarebbe anche registrato anche un sensibile incremento delle patologie tumorali.

(Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore) 

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati