Roccamonfina. Fondazione ‘Amore’: il sindaco da’ il benservito al direttivo ‘traditore’

montefusco-11x15-carlo-12petrillo-emma-ex-presidente-nicola-amore-11-326x425Fondazione Nicola Amore, la maggioranza amministrativa del Sindaco Carlo Montefusco ha revocato l’incarico

all’ex Presidente Emma Petrillo (nella foto a sinistra) e a tutti i componenti del suo Consiglio di Amministrazione.

Attueremo un rinnovo ed una valorizzazione della Fondazione per farne un vero strumento di promozione sociale per i cittadini di Roccamonfina”.

Questo un passo della dichiarazione che il primo cittadino ha rilasciato alla nostra testa giornalistica.

Dopo aver convocato l’Assise Comunale, tenuta l’altra sera, il Sindaco Montefusco (nella foto a destra) ha ufficializzato la revoca nel corso della seduta, alla presenza di tanti residenti.

Interpellato dalla nostra corrispondente locale, in merito alla questione ha riferito: “Da una fondazione che avrebbe dovuto avere come unico e solo scopo il bene e l’assistenza dei poveri, non mi sarei mai aspettato una così forte prevaricazione ed ostilità, per non dire odio, nei miei confronti.

L’investitura morale non si cancella ma resta, ed è quella che danno i cittadini.

Ed i cittadini non credono più in un gruppo di politici amici dell’ex sindaca e da essi scelti, arroccati più che mai nella loro fondazione, al fine di portare avanti la lotta politica contro questa nuova amministrazione.Fin dalla campagna elettorale, con un manifesto contro di me pochi giorni prima del voto.

Manifesto di cui fu vietata l’affissione dalla prefettura perché , ripeto, mancavano soltanto pochi giorni al voto, ma che circolò liberamente sul web.

Subito dopo le elezione in una nota della Fondazione si leggeva ‘il rammarico del CDA per la sconfitta elettorale dell’ ex sindaco’ e nel primo incontro con la neoa mministrazione fu stesso la presidente a sottolineare che ‘finalmente ora si possono iniziare a fare le cose come si deve.

Per non parlare della lettera pubblica, protocollata e tuttora presente sul sito della Fondazione, in cui addirittura si arriva ad accusare la mia squadra di esercitare ‘intimidazioni di stampo camorristico’.

Diffamazioni da querele!

Provocazioni che non ho raccolto, anche a costo di sembrare un debole, di non reagire, solamente ed unicamente nel tentativo di andare insieme avanti nell’interesse dei poveri e dei più deboli.

Purtroppo dopo un anno e mezzo la realtà è sotto gli occhi di tutti, ho evidenziato in consiglio comunale diversi comportamenti gestionali non conformi alle norme statutarie… sono i documenti a parlare!

Attueremo un rinnovo ed una valorizzazione della Fondazione per farne un vero strumento di promozione sociale per i cittadini di Roccamonfina”.

I Consiglieri d’Opposizione Ludovico Feole e Michele Cestrone, hanno votato a favore dell’operato del primo cittadino, mentre Letizia Tari ed il compagno di minoranza Vittorio Santantonio hanno fatto fuoco e fiamme per il no al provvedimento.

Cosi come riportato da un nostro articolo che ha fatto scalpore, inerente la proposta indecente fatta dalla Tari al Sindaco per piazzare un suo beniamino, la consigliera di minoranza Tari, dinanzi ai presenti all’Assise comunale ha palesato l’identità del suo pupillo, che noi riteniamo di non menzionare non per paura, ma perché non vogliamo fargli pubblicità visto che la Tari lo ritiene il numero uno degli imprenditori.

Il Sindaco del Comune di Roccamonfina Carlo Montefusco, dopo aver dimostrato una correttezza umana, sociale e istituzionale, ha dovuto per forza di cose, attuare una politica amministrativa per ripristinare una situazione che nel tempo avrebbe potuto danneggiare irrimediabilmente l’obiettivo della Fondazione Nicola Amore, voluta dal suo Fondatore con l’unico scopo di aiutare i poveri del suo paese natio.

Insieme all’ex Presidente Emma Petrillo, sono stati revocati: il vice presidente Francesco Santangelo, il segretario Antonio Conca, i consiglieri Alberto Santantonio, Patrizia Nafisio, Tommasino Fusco ed il revisore dei conti Giancarlo Cianc, come riportato sul sito web dedicato.

Per dovere di cronaca riportiamo l’assetto giusto del CDA al momento della revoca, in quanto il sito non è stato aggiornato nel momento in cui l’ex vice Presidente Santangelo rassegnò le dimissioni, cosi come attuato l’altro giorno dal Consigliere Franco Di Pippo, nominato dal Sindaco Montefusco e sempre osteggiato da coloro che furono nominati dalla Tari, tra questi l’attuale ex Vice Presidente Patrizia Nafisio.

izzo-anna-avatar-1(Anna Izzo – Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: